Ultim'ora
4 Commenti

Trema la terra in Croazia e
a Verona. Le scosse avvertite
anche a Cremona e provincia

E’ stato avvertito anche in alcune zone di Cremona e provincia il violento terremoto di magnitudo 6,4 registrato in Croazia alle 12.20 di oggi e che ha provocato un morto, numerosi feriti e raso al suolo la città di Petranja. L’epicentro, 44 chilometri a sud-est di Zagabria, a una profondità di 10 chilometri. Il sisma è stato avvertito anche in Italia, non solo nelle regioni del Nord-Est, ma lungo la fascia adriatica e anche fino a Napoli. E pure a Cremona città e in molti territori della provincia. Sui social, i cremonesi hanno segnalato di aver visto lampadari oscillare, muoversi sedie e animali domestici stranamente agitati. Il sisma è stato avvertito anche nel parmense, in particolare a Fidenza. Non si segnalano comunque interventi dei vigili del fuoco o danni. I media della Croazia parlano di gravi danni a Petrinja – che ha 25 mila abitanti – con il centro distrutto, edifici crollati, almeno una vittima: una bambina. Interrotta l’elettricità e le linee telefoniche. Terrore e blackout nella capitale croata. E per precauzione è stata fermata la centrale nucleare di Krsko in Slovenia. La Croazia centrale è stata poi attraversata da uno sciame di altre scosse minori, la più forte delle quali è stata alle 13.34 di magnitudo 4.5, con epicentro 14 chilometri da Sisak, cittadina non lontata da Petrinja. A Cremona e provincia è stata avvertita anche la scossa di terremoto che nel pomeriggio alle 15,34 ha interessato il Veronese. Si è trattato di un sisma magnitudo tra 4.4. L’epicentro a Salizzole, a una profondità di 12 chilometri. Alle sale operative dei vigili del fuoco sono giunte diverse richieste di informazioni, ma al momento non sono segnalati danni né richieste di soccorso. Quella delle 15,34 è stata la terza scossa registrata nel giro di poche ore sempre nella stessa zona: la prima alle 14.02 di magnitudo 3.4 e la seconda alle 14.44 di magnitudo 2.8.

Sara Pizzorni

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti