Ultim'ora
6 Commenti

'Liberazione di Patrick
George Zaki': odg
in Consiglio comunale

Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha presentato un ordine del giorno da discutere in Consiglio Comunale per sostenere la campagna a favore della liberazione di Patrick George Zaki, chiedendone anche la cittadinanza italiana. 

“È infatti quasi un anno che Zaki, ricercatore di 29 anni, è detenuto in Egitto con accuse che spaziano dalla propaganda sovversiva al terrorismo” sottolinea il capogruppo, Roberto Poli. “In realtà l’attivismo di Zaki era per la lotta per i diritti delle minoranze oppresse: dalla comunità Lgbt fino alle comunità cristiane cacciate dal nord del Sinai, a causa dell’avanzata dello stato islamico.

A Bologna stava frequentando un master europeo, fino al 7 febbraio scorso quando, atterrato al Cairo per una breve vacanza in famiglia, è stato arrestato, torturato secondo i suoi legali, e da allora è nel calvario di continui rinnovi della custodia cautelare nonostante una mobilitazione internazionale incessante in suo favore. La prossima udienza è prevista per metà gennaio.

Appena prima di Natale i suoi familiari hanno reso pubblica una lettera di Zaki il quale denuncia una forte sofferenza fisica e psicologica. Per queste ragioni chiediamo anche al nostro territorio attraverso la mozione in Consiglio Comunale che ci auguriamo venga approvata da tutte le forze politiche di mandare un segnale a favore della causa di libertà per Patrick Zaki”.

Nella mozione si chiede quindi di “invitare il Presidente della Repubblica e il Governo a mettere in atto tutte le azioni possibili a livello internazionale per la scarcerazione di Patrick Zaki; chiedere al Presidente della Repubblica e al Governo di conferire la cittadinanza italiana a Patrick George Zaki affinché l’Italia possa tutelarlo anche formalmente riconoscendo nella figura di Zaki quei valori di libertà di studio, di libertà di pensiero e di libertà alla partecipazione pubblica propri del nostro Paese e delle Istituzioni che lo rappresentano”.

© Riproduzione riservata
Commenti