Cronaca
Commenta

Popolazione in calo sul territorio: 355.908 residenti Indice vecchiaia al 25%

Al 1° gennaio 2020 la popolazione provinciale era di 355.908 unità, di cui il 49% maschi e il 51% femmine. Rispetto all’anno prima la popolazione è diminuita di 242 unità (era 356.150): il dato emerge dal Rapporto sulla popolazione dei Comuni della provincia di Cremona al 1° gennaio 2020, elaborato dall’Ufficio Statistica della Provincia di Cremona.

Sempre al 1° gennaio 2020, gli stranieri erano 41.525 (il 12% circa della popolazione), di cui il 50% maschi e il 50% femmine. Il 27% degli stranieri proveniva dalla Romania, il 15,5% dall’India e il 10% dal Marocco.

La popolazione cremonese si caratterizza per avere un alto tasso di vecchiaia, infatti il 25% della popolazione ha più di 64 anni, mentre in Lombardia e in Italia questo percentuale è più bassa (23%).

Ripartendo la popolazione per fasce d’età si ha che i bambini dagli 0 ai 6 anni sono il 5% della popolazione, quelli dai 7 ai 14 anni il 7%, mentre la cosiddetta popolazione attiva che va dai 15 ai 65 anni è il 63% e gli anziani sono il 25%.

Il 45% della popolazione risiede nei comuni dell’area cremasca, il 44% nei comuni dell’area cremonese e l’11% nel casalasco.

I comuni con più abitanti sono Cremona (72.399), Crema (34.504) e Casalmaggiore (15.406), mentre quelli con meno abitanti sono Derovere (302), Castelvisconti (306) e Voltido (339).

Il Censimento permanente non coinvolge più tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione selezionato di esse, e grazie all’integrazione dei dati raccolti dalle rilevazioni campionarie, con quelli provenienti dalle fonti amministrative, consente di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione.

 

© Riproduzione riservata
Commenti