Politica
Commenta

Appoggio a Draghi, il M5s in provincia tiene: 'Accettiamo esito votazione'

Dopo il voto sulla piattaforma Rousseau che ha dato il via libera all’appoggio al Governo Draghi da parte del Movimento 5 stelle, la componente cremonese fa il punto della situazione. Luca Nolli, consigliere comunale a Cremona, Manuel Draghetti, consigliere comuale a Crema e Marco Degli Angeli, consigliere regionale, avevano annunciato il proprio voto contrario.

Un voto che lo stesso Nolli rivendica: “Ho votato convintamente ‘no’ perché la ritenevo la scelta più giusta sia dal punto di vista strategico che di rispetto dei nostri ideali”. “Spero di sbagliarmi – ha aggiunto il consigliere comunale -, ma credo che questo sostegno avrebbe compromesso sia il nostro futuro che questo Governo”.

Nolli quindi sottolinea: “Ci troviamo insieme a Berlusconi e ai due Matteo (Renzi e Salvini, ndr) che faranno campagna elettorale sfruttando il nostro lavoro e dandoci le colpe, per cui avrei preferito che restassimo fuori”.

Tuttavia, il consigliere, sottolinea: “Siamo l’unico partita che permette ai propri iscritti di partecipare e decidere del futuro e delle scelte del Movimento. Abbiamo votato democraticamente e una maggioranza si è espressa, per cui ne prendo atto e mi adeguo”.

L’esito favorevole all’esecutivo guidato da Mario Draghi ha però provocato scossoni a livello nazionale, con Alessandro Di Battista che ha annunciato che lascerà il M5s. Gli esponenti locali, però, minimizzano sulle possibilità che il Movimento si spacchi.

“Non credo che questo rischio ci sia – dice Nolli -, non vedo un pericolo spaccatura. In tempo di guerra servono generali e quando eravamo all’opposizione uno di questi per noi era proprio Di Battista. Magari in tempo di pace non si trova a suo agio, ma più che le battaglie in questo momento servono azioni diplomatiche”.

Posizioni simili anche sul fronte cremasco. “La votazione è stata democratica e non c’è alcuna intenzione, da parte nostra, di lasciare il movimento”, ha assicurato il portavoce cittadino Draghetti.

“Nessun imbarazzo a sedersi accanto all’ex alleato (Lega, ndr), anche se di certo non si fanno salti di gioia nel tornare fianco a fianco con chi ci si è ‘spaccati’ in passato”, secondo l’esponente cremasco, ma “certamente è più imbarazzante ritrovarsi dalla stessa parte di Forza Italia”.

Da Crema c’è attesa per l’annuncio dei ministri che formeranno il nuovo Governo: “Attendiamo di conoscere la composizione del governo e, soprattutto, il programma di Draghi. L’auspicio è che si resti sulle linee programmatiche che abbiamo deciso di portare avanti, senza timore di alzarsi dal tavolo se queste dovessero essere disattese”.

Chi invece, al momento, preferisce non commentare è proprio Degli Angeli, anche in attesa di capire chi farà effettivamente parte della squadra di Governo. Il consigliere regionale, in ogni caso, ha voluto salutare Di Battista condividendo il video di addio dello stesso ex parlamentare. Si tratta, tuttavia, di un semplice ringraziamento per uno degli attivisti sotrici del Movimento.

Al momento, infatti, non sembra esserci all’orizzonte nessuna spaccatura sul territorio, anche se, come detto, c’è grande attesa per capire quale sarà realmente la composizione del nuovo Governo e quali temi verranno posti al centro dell’azione dell’Esecutivo.

© Riproduzione riservata
Commenti