Ultim'ora
Un commento

INTERVISTA AL DG BRAIDA
'Obiettivo salvezza, con questo
gioco torneranno i risultati'

Il dg della Cremonese Ariedo Braida è stato intervistato dal direttore di Cremona1 e CremonaOggi Guido Lombardi alla vigilia del derby contro il Brescia, in programma domani, sabato 20 febbraio, alle 14.00.

La squadra è notevolmente migliorata dal punto di vista del gioco dall’arrivo di mister Pecchia che sta dando un’identità a questo gruppo. Purtroppo i risultati hanno un po’ penalizzato e in termini di classifica ci si trova grosso modo allo stesso punto di quando è arrivato il nuovo tecnico: come vede la situazione?
Confido che, giocando in questa maniera, attraverso un impegno costante da parte di tutti e cercando di recuperare i molti infortunati soprattutto nel reparto difensivo,  di tornare ad ottenere risultati in linea con il gioco espresso.

Domani questa sfida con il Brescia, lei è un ex quindi sicuramente c’è un’emozione particolare: possiamo dire che le Rondinelle hanno colto una vittoria importante nell’ultimo turno, ma arrivano anche loro da un periodo travagliato. Che partita si aspetta?
Le partite sono tutte difficili e complicate, noi siamo in un momento difficile, ma anche loro non sono in uno molto bello: sarà una gara dura che speriamo di fare nostra.

In tema mercato, sono stati chiusi importanti acquisti che hanno rinforzato la rosa, mentre in uscita non si è conclusa alcuna operazione.
Abbiamo cercato di completare la rosa dove ci sembrava carente: è importante avere cambi da inserire al momento giusto. Coccolo si è fatto male dopo due ottime partite, mentre Bartolomei ha fatto altrettanto bene, anche se poi è un po’ calato come è normale per  giocatori che arrivano da inattività piuttosto lunghe. Colombo poi si sta inserendo molto bene, anche se in quel ruolo siamo abbastanza coperti. Sul tema delle mancate uscite, credo che abbiamo un numero di giocatori che può andare bene. C’è stata qualche richiesta, soprattutto per Ceravolo che però ha preferito rimanere, ma noi confidiamo che possa ritornare ad essere un giocatore importante e a dare il suo contributo. Attualmente si sta allenando molto bene, si sta preparando ed è a disposizione: probabilmente l’allenatore lo impiegherà.

Considerando che è un campionato difficile dove ogni partita è un po’ una battaglia: se dovesse fare una previsione, dove si aspetta di vedere la Cremonese alla fine di questo campionato?
In primis la salvezza, chiaramente: vista la classifica attuale non si può pensare ad altro. Abbiamo le forze, le energie, la società e un gioco migliorato, quello che mi preoccupa più di tutto sono gli infortuni: la speranza è avere la rosa al completo perché nel caso possiamo giocare e lottare con qualsiasi squadra.

© Riproduzione riservata
Commenti