Cronaca
Commenta

Adeguamento liturgico Cattedrale: sette progetti selezionati per seconda fase

La prima fase relativa al Bando per l’adeguamento liturgico della Cattedrale di Cremona si è conclusa. È infatti terminata la prima fase di progettazione, a cui hanno partecipato 62 gruppi per i quali erano state riscontrate positivamente le condizioni di partecipazione (art.7 del Bando di concorso, di seguito Bando).

Sono stati ammessi al concorso i 51 gruppi di lavoro che hanno presentato entro il termine indicato all’art. 10 del Bando la loro proposta progettuale all’indirizzo di posta certificata comunicato a tutti i coordinatori con apposita PEC del 29 gennaio 2021.

La Giuria, relativa alla prima fase concorsuale, si è riunita lunedì 15 febbraio nel Seminario Vescovile di Cremona, per esaminare gli elaborati ricevuti. I lavori sono iniziati alle 9.30 in seduta riservata. Oltre i membri della Giuria era presente il segretario dott. Stefano Macconi senza diritto voto. Sono state individuate sette idee progettuali da far sviluppare per la seconda fase concorsuale.

Ora l’iter prevede un sopralluogo aperto a tutti i partecipanti dei sette gruppi ammessi, per un approfondimento direttamente in Cattedrale. Quindi viene dato il tempo per la presentazione degli elaborati che prevede la consegna entro il 22 giugno. La composizione della giuria di seconda fase verrà resa pubblica entro l’8 marzo 2021.

La composizione della giuria: mons. Antonio Napolioni, vescovo di Cremona, presidente, don Gianluca Gaiardi, incaricato diocesano dell’Ufficio Beni culturali ecclesiastici, mons. Attilio Cibolini, rettore della Cattedrale di Cremona, don Antonio Bandirali, parroco della Cattedrale di Cremona, don Daniele Piazzi, esperto di liturgia rappresentante della commissione liturgica diocesana, don Valerio Pennasso, direttore dell’ufficio Beni culturali ecclesiastici della CEI, don Pier Angelo Muroni, esperto di liturgia rappresentante dell’Ufficio liturgico nazionale della CEI, arch. Alessandro Campera, architetto della consulta regionale Beni culturali ecclesiastici, arch. Giuseppe Giccone, esperto di architettura per il tema a concorso, dott. Gabriele Barucca, Soprintendente MIBAC di Cremona, Lodi e Mantova, arch. Laura Balboni, funzionaria della Soprintendenza MIBAC di Cremona, Lodi e Mantova, madre Isabela Vecchio, nominata dal Consiglio pastorale diocesano, don Gianni Cavagnoli (liturgista), nominato dal Consiglio presbiterale diocesano.

© Riproduzione riservata
Commenti