Cronaca
Commenta

'Ti ascolto io': informazioni telefoniche per i famigliari dei pazienti ricoverati Covid

Per cercare di sopperire alla situazione di isolamento dei ricoverati per Covid, l’ASST di Cremona ha istituito un nuovo servizio telefonico “Ti ascolto io”, gestito dall’Area Sociale Aziendale.
 Il nuovo servizio consiste nell’offrire un supporto telefonico ai familiari/caregiver dei pazienti affetti da Covid-19, ricoverati presso gli ospedali di Cremona e Oglio Po e rappresenta un riferimento anche per chi esercita funzioni di tutela e protezione giuridica, a vario titolo, dei pazienti fragili.

A rispondere sono  assistenti sociali e lo scopo è essenzialmente quello di fornire informazioni pratiche e – dove necessario – creare un ponte con gli altri servizi, facilitando la relazione e la comunicazione. Qualche esempio? “Un mio parente è stato portato in ospedale con l’ambulanza, dov’è ricoverato?”, oppure “Quando posso parlare con il medico?”; “Come faccio a recapitare indumenti ed effetti personali all’interno di un reparto Covid?” e così via.

L’obiettivo è quello di favorire la comunicazione fra familiari e operatori sanitari del reparto per un aggiornamento sulle condizioni di salute della persona ricoverata e prevenire situazioni di angoscia, ansia, incertezza; evitare, per quanto possibile, la frammentarietà delle informazioni e fornire indicazioni efficaci al fine di contribuire a gestire diverse problematiche di natura sociale.; individuare strategie utili a sostenere la relazione tra il paziente con difficoltà di autonomia e disabilità ed i suoi i familiari.

Il servizio provvede a favorire i contatti con l’equipe responsabile del percorso di cura del paziente
, orientare verso i servizi attivi sul territorio, dedicati all’emergenza Covid-19
, segnalare casi specifici ad altri servizi di supporto (es: cure domiciliari, servizio di psicologia clinica, ecc), favorire la comunicazione fra familiari e operatori sanitari del reparto per un aggiornamento sulle condizioni di salute della persona ricoverata e prevenire situazioni di angoscia, ansia, incertezza; evitare, per quanto possibile, la frammentarietà delle informazioni e fornire indicazioni efficaci al fine di contribuire a gestire diverse problematiche di natura sociale.

Importante: il servizio non può fornire informazioni cliniche circa lo stato di salute dei pazienti, ma può dare indicazioni precise rispetto a dove e con quale modalità reperire tutti i tipi di notizie, comprese quelle cliniche.

OSPEDALE  DI CREMONA Dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9 alle 13
 Telefono 335 165 7445

OSPEDALE OGLIO PO 
Dal Lunedì al Venerdì, dalle 10.30 alle 12.30. 
Telefono 333 335 8350

© Riproduzione riservata
Commenti