Ambiente
Commenta9

Maxi discarica abusiva nei pressi di via Mantova scoperta dalla Polizia Locale: 4 denunciati

FOTO SESSA

Quattro persone sono state individuate e denunciate dal Nucleo Ambientale della Polizia Locale di Cremona e altre due sono indagate in concorso per il reato di abbandono dei rifiuti in seguito ad un’approfondita indagine eseguita dagli agenti di Piazza Libertà al comando di Pierluigi Sforza di concerto con l’Autorità Giudiziaria.

Uno spettacolo desolante e che mostra totale disprezzo della legalità e dell’ambiente, quello registrato dalla videocamera di nuova generazione piazzata presso una cascina abbandonata alla periferia est di Cremona, in via Beata Stefana Quinzani, e che gli agenti in servizio, Federica Ascari e Paolo Trentarossi, hanno potuto visionare in diretta dai loro cellulari. In un caso sono anche intervenuti in flagranza di reato, bloccando i responsabili sul fatto.

Scarti di lavorazioni edili, materiali inerti, pezzi di mobilio e sanitari di grandi dimensioni come vasche da bagno, ma anche rifiuti speciali e pericolosi come barili di oli esausti e solventi, che tre titolari di imprese edili e un operaio di un’altra ditta scaricavano senza alcun ritegno dai loro camioncini, anche in pieno giorno. Si tratta di C.V, R.D., C.V., F.S., oltre a C.D e F.N. indagati in concorso. Tra di loro un cremonese, un italiano di origine siciliana e un rumeno.
Alcuni di loro hanno effettuato due volte gli scarichi illeciti e subiranno un’ammenda variabile dai 2600 ai 26mila euro.

“Hanno scaricato una quantità impressionante di rifiuti mostrando totale disprezzo per le regole”, afferma il comandante Sforza, che ha da poco potenziato il nucleo di Polizia Ambientale sia con personale aggiuntivo e dedicato, sia con mezzi tecnologici d’avanguardia come appunto le videocamere di precisione, che possono essere spostate nei siti cittadini da tenere particolarmente monitorati.
“La cosa che ci ha colpito di più vedendo quelle immagini è stato constatare l’assoluto disprezzo per l’ambiente – aggiunge –  Le cascine abbandonate sono uno dei primi luoghi da monitorare per quanto riguarda le discariche abusive, come pure i capannoni industriali in disuso. Ma gli abbandoni avvengono anche in pieno centro, con l’utilizzo improprio dei cestini di rifiuti per l’immondizia domestica. Su questo tipo di reati la nostra attività di sorveglianza sarà sempre maggiore”.

Soddisfazione da parte dell’assessore alla Polizia Locale Barbara Manfredini: “La Giunta ha da poco istituito ufficialmente il nucleo di Polizia Ambientale, con personale formato ad hoc e con attrezzature sofisticate fornite da Linea Gestioni. Con questa strumentazione e la collaborazione trasversale tra gli assessorati all’Ambiente e ai Rifiuti Urbani, il nuovo nucleo ha già dato i suoi risultati. L’operazione di via Mantova è stata piuttosto impegnativa, altre ne arriveranno in quanto esiste già una mappatura di luoghi sensibili. Il discorso che deve passare è che le regole vanno seguite, anche per rispetto nei confronti di chi i rifiuti li smaltisce correttamente, fortunatamente una maggioranza. Senza contare i danni provocati a flora e fauna”.

Silvia Galli – Giuliana Biagi

fotoservizio Sessa

LE IMMAGINI DELLA POLIZIA

 

© Riproduzione riservata
Commenti