Politica
Commenta16

Flop delle vaccinazioni, M5S: 'Aria fa da paravento alle colpe della politica'

“Ieri e anche oggi a Cremona nessuno in lista. Oggi a Crema più persone di quelle programmate: una sessantina, che i medici e i volontari stanno brillantemente gestendo. Ogni giorno un disservizio. E a pagare sono i cittadini. È vergognoso. E il sistema che Regione Lombardia utilizza ed è gestito da Aria, la società voluta dal presidente Fontana e dall’assessore al Welfare Moratti, è costato 20 milioni di euro. Soldi di tutti”.
Lo dichiara Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd eletto in provincia di Cremona, dopo gli ennesimi disservizi nella campagna di vaccinazione nel suo territorio.

Sul tema interviene ancora  – dopo il sopralluogo pentastellato di ieri in Fiera – il consigliere M5S Marco degli Angeli: “Altro giro altra giostra, ah no la giostra è sempre la stessa ed è un fallimento. Anche oggi per i cittadini cremonesi, e per gli operatori del centro vaccini in fiera, è l’ennesimo schiaffo da parte della disorganizzazione del piano Fontana/Bertolaso. La Fiera di Cremona ancora deserta per mancata convocazione del sistema informatico regionale.

È l’ennesimo flop di ARIA SpA. Salvini, Fontana e la sua maggioranza chiedano scusa ai lombardi. ARIA SpA ha la sua parte di responsabilità ma non deve diventare paravento dei fallimenti di una Giunta di centrodestra che da più di 20 anni governa, male, il nostro sistema sanitario. Siamo nelle mani del caso, dell’improvvisazione e questo è scandaloso per una regione come la nostra.

I cittadini lombardi devono finalmente rendersi conto che questa classe politica ha vissuto sulle loro spalle per anni. L’eccellenza lombarda c’è grazie ai cittadini non certo grazie ad una classe politica Incompetente e boriosa.

ARIA è solo uno strumento in mano alla politica e non riesce a dare risposte di qualità ai cittadini è quindi va liquidata. I responsabili politici della giunta Fontana dovrebbero fare una sola cosa, togliere il disturbo”.

© Riproduzione riservata
Commenti