Cronaca
Commenta

Incubo siringhe al Maristella,
la preoccupazione dei residenti

Le due siringhe rinvenute

Incubo siringhe al quartiere Maristella. Due ritrovamenti sono stati fatti nei giorni scorsi, al parchetto dove solitamente giocano i bambini, in via Falcone e Borsellino, e lungo la pista ciclabile, posti comunque molto frequentati. Ma anche altre, secondo alcuni residenti, ne sarebbero state trovate nei giorni precedenti. Una situazione che preoccupa non poco chi vive nel quartiere.

“Recentemente abbiamo notato un gruppo di ragazzi girare nel quartiere, e anche il bar viene spesso frequentato da gente proveniente da fuori” commenta il presidente, Pietro Ricci. Peraltro i problemi della zona sono numerosi, e ancora nulla è stato fatto dopo l’incontro svoltosi a gennaio tra il direttivo e l’amministrazione comunale. “Si sta cercando di trovare un modo per ripulire il parchetto, in modo che sia più sicuro per i nostri bambini”.

Ma tante altre cose rimangono in sospeso: “Con il Covid a quanto pare è difficile intervenire” spiega Ricci. “Tra l’altro il centro di ascolto è ormai chiuso da tempo, quindi non abbiamo più un contatto diretto con la gente”.

D’altro canto, le situazioni critiche al Maristella sono le stesse da sempre: l’invasione di auto vicino al campo sportivo, per il quale si è chiesto l’allargamento del parcheggio, ma anche la viabilità complessiva della zona, che presenta diversi problemi. Così come la velocità del traffico in transito sulla via Persico, soprattutto a fronte del fatto che a funzionare come dissuasore è solo uno dei tre semafori.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti