Ambiente
Commenta

Verde: a 3 mesi da gestione
Aem, appalto per 2 mln di euro

Sta per concludersi (scadenza il 23 aprile) la gara d’appalto di livello europeo del valore di 2milioni e 100 mila euro in tre anni, bandita dall’Aem per la manutenzione periodica delle aree verdi pubbliche. La gara è suddivisa in cinque lotti ed è riservata alle imprese che impiegano soggetti svantaggiati. E’ la prima gara di questo tipo svolta da Aem da quando, dal 1 gennaio, ha preso in carico la manutenzione del verde, prima svolta direttamente dal Comune tra mille difficoltà dovute al fatto di dover far combaciare l’esecuzione dei lavori con le risorse disponibili. Il passaggio ad Aem – spiega il direttore di Aem Spa, Marco Pagliarini – consente di risolvere il problema  della discontinuità di finanziamento. In questo modo dovremmo riuscire a dare tempestivamente il servizio, con una frequenza maggiore”.

La spesa resta sempre in carico al Comune, che sta gradualmente modificando il sistema di finanziamento, facendolo ricadere in buona parte sulla spesa corrente, anzichè sugli oneri di urbanizzazione. “Abbiamo tracciato un percorso – aggiunge l’assessore al Verde Rodolfo Bona –  mi auguro che tutta la spesa per il verde passi alla parte corrente, in modo che la programmazione possa essere fatta per tempo”.

Un altro effetto del passaggio della manutenzione ad Aem è stata l’anticipazione degli sfalci nelle aree piane (aiuole stradali, giardini pubblici) già a marzo, mentre l’anno scorso c’erano stati grossi ritardi, Un ‘altra gara in fase di conclusione riguarda infine le potature da eseguire nel periodo autunnale, anche in questo caso si tratta di un affidamento triennale in modo da garantire la continuità.

“Quest’anno – aggiunge Bona – abbiamo concordato di partire subito a differenza dello scorso anno. Il passaggio in Aem era un percorso avviato fin dall’inizio della consigliatura e nel contratto abbiamo inserito altre cose, ad esempio un cifra aggiuntiva che dovrà essere utilizzata per la manutenzione delle aree gioco. Stiamo anche procedendo con il Piano del Verde, per la progettazione degli interventi che resta in capo al Comune, e con il censimento degli alberi. Inoltre sono previsti interventi fito sanitari e quando sarà il momento, il diserbo”. gb

© Riproduzione riservata
Commenti