Cronaca
Commenta

Commemorazione centenario
Ghinaglia, l'ANPI si mobilita

Mercoledi 21 aprile cade il centesimo anniversario del sacrificio di Ferruccio Ghinaglia, vittima di un agguato squadrista fascista avvenuto il 21 aprile 1921 a Pavia, dove era studente della Facoltà di Medicina ed ospite con borsa di studio del rinomato Collegio Ghislieri.

Molto importante nella ricorrenza il Convegno di studi che si terrà il prossimo 21 aprile presso il Collegio Ghislieri di Pavia (con piattaforma on line) a cura di Pierangelo Lombardi ed Elisa Signori dal titolo: “1921: riforme, rivoluzione, guerra civile. Ferruccio Ghinaglia e il suo tempo”. Presiederà Marina Tesoro.

Dopo i saluti dei Rettori dell’Università e del Ghislieri e del Direttore del Dipartimento Studi Umanistici, terranno relazioni e comunicazioni gli storici e docenti Marcello Flores, Giulia Albanese, Elisa Signori, Nicola Del Corno, Luca Gorgolini, Pierangelo Lombardi. Concluderà i lavori Paolo Pombeni. L’ANPI è tra i promotori accanto all’Università, al Collegio Ghislieri ed all’Istituto per la storia della Resistenza. Per l’ANPI di Cremona sarà collegato il presidente Gian Carlo Corada.

Lo stesso giorno nel cimitero di Cremona una ristretta (per osservanza alle prescrizioni anticovid) ma rappresentativa delegazione, con il segretario cittadino dell’ANPI Vincenzo Montuori recherà fiori sulla tomba di Ghinaglia. Fiori saranno deposti anche sulla tomba di Attilio Boldori che nel 1921 parlò per il PSI al funerale di Ghinaglia e fu anch’egli nel dicembre assassinato da squadristi fascisti.

Sulla tomba di Ghinaglia è stata effettuata su incarico dell’Anpi una operazione di ripulitura del monumento in pietra d’Istria opera dello scultore Adamo Anselmi. Per l’ANPI, in accordo coi familiari, ha seguito il tutto Mariella Laudadio e affidata alle restauratrici Annalisa Rebecchi, Mara Pasqui ed Elena Dognini l’esecuzione.

Allo scopo di contribuire ai costi è stata avviata una sottoscrizione. Per la ricorrenza l’ANPI ha anche provveduto alla stampa di un opuscolo, a cura di Giuseppe
Azzoni e di Ennio Serventi, sulla figura di Ferruccio Ghinaglia. A lui furono intitolate nel 1944 le brigate partigiane garibaldine che operarono sul territorio della
nostra provincia.

© Riproduzione riservata
Commenti