Cronaca
Commenta

La Provincia cerca il d.g.:
stipendio da 115mila euro

L’amministrazione provinciale procede sulla strada della riorganizzazione interna. Come previsto con una delibera del presidente lo scorso novembre, viene ora avviato l’iter per la ricerca del direttore generale, figura vacante dai tempi della riforma Del Rio. Con un nuovo atto presidenziale, datato 12 aprile, si delinea il percorso per la ricerca della figura apicale, che percepirà uno stipendio di 115mila euro all’anno, più altri 15mila al raggiungimento degli obiettivi.

Tra i requisiti: il possesso di laurea magistrale o specialistica o del vecchio ordinamento “ed una esperienza adeguata al posto da ricoprire e, comunque, di durata almeno quinquennale in funzioni dirigenziali, preferibilmente in posizione apicale, presso organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private”.

L’avviso di selezione sarà indirizzato in prima battuta al personale interno; solo in caso di esito nullo “potrà essere pubblicato per essere rivolto all’esterno ai fini del conferimento ad un soggetto esterno”.

Tra le caratteristiche che dovrà avere il nuovo direttore, la “capacità di elaborare e definire linee di sviluppo strategico”. oltre a capacità programmatorie, di gestione, monitoraggio e valutazione delle attività. Inoltre, capacità decisionali, “leadership, autorevolezza, propensione al risultato e a gestire processi negoziali, anche nell’ambito del coordinamento di strutture e situazioni a carattere straordinario ed emergenziale”

Se lo riterrà necessario, l’ente potrà procedere alla nomina di una commissione di supporto per la verifica dei curricula e per la valutazione del possesso dei requisiti. Sarà poi il Presidente ad individuare “intuitu personae”, la persona idonea.

© Riproduzione riservata
Commenti