Cronaca
Commenta

22 aprile Giornata della Terra
Legambiente manifesta a San Felice

Gli attivisti di Legambiente hanno organizzato oggi una azione dimostrativa a San Felice, proprio nei pressi della rotonda di via Mantova, Corte de Monaci,  che porterà al nuovo insediamento di logistica di Lcp. Un’iniziativa privata che beneficia di una trasformazione da suolo agricolo a edificabile (produttivo) varata ormai oltre un decennio fa dal Comune, e che rientra tra gli Ambiti di trasformazione recentemente riconfermati dall’amministrazione Galimberti.

Gli ambientalisti, guidati da Pierluigi Rizzi, responsabile del circolo VedoVerde e da Giovanna Perrotta, hanno scelto questo sito come emblematico della necessità di rivedere completamente il modello di sviluppo, in occasione della “Giornata della Terra” che Legambiente Lombardia organizza per domani, 22 aprile. #Ripariamolaterra – Stop al consumo di suolo vedrà una serie di iniziative locali e quella di san Felice sarà appunto una di queste.

“Una trasformazione così importante pone un intreccio di questioni”, afferma Perrotta: “Consumo di suolo, pianificazione territoriale, abbattimento di emissioni di CO2, questione sociale legata al lavoro. Sarebbe stato opportuno un maggiore approfondimento e una sensibilità nei PGT che tuteli i territori agricoli: è un errore aver dato il via libera oggi a una variazione risalente a 12 anni fa.

Come organizzare la nuova domanda di trasporto, di e-commerce e di consegne a domicilio che la pandemia a contribuito a aumentare? Alle Amministrazioni si chiede di favorire poli logistici che accettino la sfida delle zero emissioni, un giusto trasporto senza sfruttamento, senza incentivi dannosi (gasolio)”.

“Chiediamo al sindaco che si avvalga di consulenti, quali agronomi e architetti, che prevedano compensazioni stavolta davvero importanti, nell0ttica dei “poli logistici verdi”. La stragrande maggioranza di poli logistici dopo due tre anni vengono chiusi come quelli vicino a Crema. Un polo logistico verde non è una cosa inventata, servono requisiti quali l’assoluta indipendenza dal punto di vista energetico; pannelli solari; barriere verdi serie.

“Ci preoccupa inoltre la viabilità, la Sp 10 è già molto trafficata e la linea ferroviaria è molto lontana da qui”.

Legambiente ha chiesto un incontro chiarificatore con il sindaco Galimberti due giorni fa, ancora in attesa di riscontro.

LE ALTRE INIZIATIVE DEL 22 APRILE – Domani, in occasione della Giornata della Terra gli Stati generali dell’Ambiente organizzano alle ore 21 un incontro online mirato alla riqualificazione della strada Cremona – Mantova come alternativa al progetto di autostrada.

L’iniziativa si terrà sulla piattaforma zoom: https://us02web.zoom.us/j/83584234642?pwd=NmVlTTZwWC9wOHNFMW9pbHVKWUxTQT09

Al confronto sono invitati: i consiglieri comunali di Cremona Lapo Pasquetti, Francesco Ghelfi, Luca Nolli; i consiglieri regionali Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro del Movimento5Stelle; per i rappresentanti delle forze politiche provinciali Paolo Bodini, ArticoloUno; Paolo Losco, Sinistra Italiana; Francesca Berardi, Rifondazione comunista; Barbara Gamba, Possibile; Andrea Ladina, Verdi. Per la Camera dei deputati on.Alberto Zolezzi.

Introduce Cesare Vacchelli del Coordinamento comitati No Autostrade Cr-Mn e TiBre.

 

© Riproduzione riservata
Commenti