Sport
Commenta

"Il Circuito del Porto rinforza il
legame tra Cremona e bicicletta"

(foto Sessa)

Cremona si prepara ad una grande giornata di ciclismo. Domenica 2 maggio la città del Torrazzo sarà protagonista dell’edizione numero cinquantaquattro del Circuito del Porto Trofeo Arvedi, classica internazionale di primavera riservata agli sprinter di rango che militano negli elite ed under 23. La corsa organizzata dal Club Ciclistico Cremonese 1891 Gruppo Arvedi del presidente Rossano Grazioli da sempre ha un legame forte e vivace con la città di Cremona, rappresentandone uno dei simboli sportivi di maggior rilievo. E l’amministrazione comunale cremonese non ha mai fatto mancare il proprio appoggio. Non solo un formale patrocinio, ma una testimonianza di passione e vicinanza che si concretizzano in una vera collaborazione con il club bianco rosso blu.

A testimoniarlo le parole di Gianluca Galimberti, primo cittadino di Cremona, nel suo saluto istituzionale: “Vedere l’arrivo del Circuito del Porto è emozionante. Giovani atleti velocissimi sfilano sul nostro viale Po verso il nostro Torrazzo. Non lo guardano certo, mentre si sfidano, concentrati come sono sulle ruote, la strada, l’arrivo, la vittoria. Ma il Torrazzo li guarda senz’altro e li incoraggia! E incoraggia tutti quelli che organizzano questa bellissima manifestazione. Il Circuito del Porto di Cremona infatti significa innanzitutto grande organizzazione e allora grazie agli organizzatori e alla società Arvedi e a tutti gli sponsor. Significa volontari che amano lo sport e gratuitamente prestano la loro opera”.

“Significa – ha aggiunto – anche più sport e più sport giovane. In una città ed in un territorio, quello cremonese, che in questi anni è passato dalla 32° alla 15° posizione nella graduatoria delle città sportive italiane dalla Sole 24 Ore. Perché è davvero una città sportiva la nostra Cremona, lo è sempre di più e può esserlo in misura sempre maggiore e la bicicletta ha una lunga e nobile tradizione, di campioni, sacrifici, allenamenti, atleti, sponsor ed allenatori. Bellissima e lunga storia che il Circuito del Porto contribuisce a rinnovare ogni anno, con un carattere internazionale importante che dà lustro a Cremona. Ma il Circuito del Porto ci ricorda anche che la bicicletta è mezzo di trasporto utilissimo e la nostra città sta investendo tanto sulla bicicletta anche in questo senso, con le ciclabili che significano possibilità di mobilità bella, efficiente ed attenta all’ambiente. Insomma il Circuito del Porto è per Cremona un fiore all’occhiello, un evento prezioso che racconta la nostra città, la promuove in nome dello sport e dei giovani”.

© Riproduzione riservata
Commenti