Economia
Commenta

Sperlari acquisisce la
maggioranza di Dulcioliva

Piergiorgio Burei, CEO di Sperlari

Sperlari prosegue il suo percorso di crescita e annuncia che ha raggiunto un accordo per l’acquisizione della maggioranza di Dulcioliva, azienda storica piemontese con quasi 100 anni di esperienza nel settore delle specialità al cioccolato. In partnership con i nipoti dei fondatori, Luigi e Giuseppe (quest’ultimo continuerà alla guida dell’azienda, ndr), Sperlari potrà contare su un ampio portafoglio di specialità di cioccolato della migliore tradizione: Dulcioliva è infatti leader mondiale nei Cuneesi, accanto ad altre specialità come i tartufi, i gianduiotti, diverse praline come “noccioghiotti” e “tasteme”, creme spalmabili, tavolette e molto altro.

Così come Sperlari, anche Dulcioliva “unisce le migliori ricette della tradizione italiana alla più moderna tecnologia produttiva, per creare prodotti autentici nel pieno rispetto dei principi più avanzati della qualità del prodotto”, come si legge in una nota dell’azienda cremonese.

“Sperlari e Dulcioliva sono due realtà italiane di grande tradizione, i cui prodotti si integrano perfettamente – ha dichiarato Piergiorgio Burei, CEO di Sperlari – in quanto qualità e bontà del prodotto, attenzione alle materie prime, tradizione e italianità, sono valori che ci accomunano da sempre. Inoltre questa unione tra Sperlari e Dulcioliva offrirà a entrambi nuove opportunità di sviluppo in Italia e all’estero per essere ancora più vicini ai consumatori e soddisfarne le esigenze di gusto e qualità attraverso la migliore espressione del “Made in Italy”.

Fondata dai fratelli Luigi e Cesare Oliva nel 1924, Dulcioliva realizza un fatturato di oltre 8 milioni di euro, di cui oltre il 30% all’estero in oltre 22 Paesi, elemento questo che offrirà ulteriori occasioni di sinergia con Sperlari su diversi mercati in Europa, Nord America e Asia.  Situata a Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo, oggi Dulcioliva dispone di un moderno stabilimento di 3000 mq di superficie, dotato di impianti tecnologicamente all’avanguardia.

“La decisione di lavorare insieme a Sperlari è una scelta che abbiamo compiuto con entusiasmo – ha dichiarato Giuseppe Oliva, nipote dei fondatori – perché da subito è emerso quanto le due aziende siano affini in termini di valori e complementari dal punto di vista del portafoglio. Accanto all’attenzione a tradizione e qualità ad esempio, la nostra azienda ha scelto da tempo di non utilizzare additivi artificiali, conservanti, grassi vegetali idrogenati e grassi animali diversi dal burro di cacao e in questo  c’è una straordinaria sinergia con Sperlari, che ha abbandonato l’utilizzo della gelatina animale in tutti i suoi prodotti made in Italy”.

Sperlari è stata assistita nell’operazione da Brera Financial Advisory in qualità di Advisor finanziario e da Chiomenti per gli aspetti legali.

© Riproduzione riservata
Commenti