Lettere
Commenta

Pd: "Aiuti a famiglie e imprese,
1,3 milioni disponibili subito"

da Roberto Poli Capogruppo PD - Luca Burgazzi Segretario cittadino PD

Egregio direttore,

con l’approvazione del bilancio consuntivo e delle variazioni di bilancio nel consiglio comunale del 29 Aprile si rende immediatamente disponibile una cifra consistente, pari a oltre 1 milione e trecentomila euro, destinata a sostenere le famiglie e i cittadini in difficoltà, le categorie penalizzate dalla crisi legata al COVID e a rilanciare le attività economiche del territorio.
E nuovi fondi sono stati annunciati dal Governo, in particolare in riferimento a: prolungamento per l’intero anno delle agevolazioni sui pubblici esercizi e commercio ambulante, ristoro per il gettito dell’imposta di soggiorno e incremento delle risorse a ristoro delle minori entrate locali.
Pertanto l’Amministrazione sta operando attivamente con incontri con le categorie, con le forze sociali e con il terzo settore, al fine di condividere le modalità di erogazione di aiuti, contributi, detassazioni. Si è aperto oggi, a seguito di un nuovo incontro, un percorso di coprogettazione con le categorie per definire insieme i criteri di erogazione dei fondi.
L’obiettivo è intervenire il prima possibile, ma cercando di armonizzare gli interventi provenienti da diverse fonti. Per evitare di sovrapporre o di tralasciare qualcuno, tra le purtroppo numerose esigenze di categorie e singoli.
Pertanto, al di là delle fantasiose e reiterate narrazioni di alcuni consiglieri di minoranza, è di tutta evidenza nei numeri e nella modalità di lavoro, che per l’Amministrazione il tema degli aiuti economici e del rilancio dell’economia del territorio rappresenta la priorità delle priorità dell’azione amministrativa.
Il bilancio di previsione 2021 prevede ben oltre 36 milioni di euro nel settore welfare, su un totale di 93 milioni di spese correnti.
Pertanto è difficile non riconoscere che uno dei pilastri su cui si basa il bilancio previsionale 2021 è la messa a disposizione di una cifra molto ingente al fine di rispondere all’emergenza sociale conseguente dalla pandemia. Così come nel 2020 l’Amministrazione ha messo a disposizione fondi propri, oltre agli aiuti di provenienza regionale e nazionale, per sostenere cittadini e categorie economiche colpite dalle restrizioni legate alla pandemia, a maggior ragione nel 2021 l’Amministrazione conferma di essere in prima linea, in termini molto concreti.

 

© Riproduzione riservata
Commenti