Cronaca
Commenta1

Baldesio, nuova club house,
presto lavori anche a piscina

La Baldesio riapre nel post Covid in grande stile con una club house completamente rinnovata. Due anni e mezzo di lavori che hanno consentito di ristrutturare interamente la palazzina centrale, bar e ristorante in primis, ma anche la terrazza e gli ambienti al piano terra che sono tornati a nuova vita.

Ci sono gli spogliatoi atleti (maschili e femminili), le salette gioco e tv, accanto alla scala e all’ascensore completamente nuovi che conducono alla zona bar e ristorante al primo piano. Il bancone del bar, rinnovato nell’estetica e nei colori, spicca sul parquet chiaro e dalle vetrate, con i serramenti dipinti di bianco, risalta il verde secolare che circonda la struttura.

Mentre gli sguardi dei soci si posano sui particolari, il presidente Stefano Arisi e i componenti del consiglio, invitano tutti sulla terrazza per i discorsi ufficiali, all’aperto, con mascherine e distanziamenti.

“Mi fa molto piacere che siate qui in parecchi – commenta il presidente – ci tenevamo a fare un’apertura importante perché sapete bene quanto ci è voluto per portare a compimento questo lavoro; siamo partiti dalla terrazza, poi siamo passati al piano terra e abbiamo finito quest’anno col il nostro bar ristorante. Abbiamo scelto questa strada per creare il minor disagio possibile ai soci, sperando di aver incontrato il gusto di tutti”.

La palazzina che ospita bar e ristorante è stata costruita nel 1975, ed è stata ristrutturata dopo 46 anni, con un progetto che è nato attraverso il lavoro di due Consigli; per questo motivo il presidente Arisi ha invitato a parlare anche un commosso Mario Ferraroni, suo predecessore che ha ricordato come la Baldesio abbia saputo, negli ultimi anni, rinnovarsi e, da società più vecchia di Cremona, trovare nuova linfa e rigenerarsi attirando nuovi soci giovani.

Ma gli interventi non si fermeranno, perché c’è la volontà di migliorare ancora, a partire dai lavori della piscina da 33metri che l’anno prossimo compirà 70 anni, tutto ciò per fare in modo, come sottolinea ancora Stefano Arisi, “che la Baldesio possa rappresentare un’attrattiva per chi non è socio e voglia entrare a far parte della nostra grande famiglia”.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti