Cronaca
Commenta

Addio a "Lanfro", esperto
d'arte e amante del bello

E’ morto la scorsa notte, stroncato da una malattia che non perdona, Franco Lanfredi, conosciuto da tutti come “Lanfro”. Tantissimi gli amici e conoscenti che hanno inondato i social di messaggi di cordoglio e commozione per la scomparsa di Lanfro, esperto d’arte, collezionista e amante del bello. Sempre gentile e cordiale, lo ha ricordato in modo particolare l’amico ristoratore Beppe Franzosi. “Lo chiamavo sempre il godurioso, perchè si è sempre goduto la vita e con il motto ‘si vive una volta sola’ è stato ciò che altri, magari pur avendone la possibilità, non hanno avuto il coraggio di essere. Lanfro era il nostro sogno”.

L’amico Beppe ha ricordato Lanfro come una persona intelligente, raffinata, amante dell’arte, un uomo spontaneo, un amicone, un uomo dalla vita brillante che amava la compagnia e le risate. “Amava anche la quotidianità”, ha aggiunto Beppe Franzosi: “non  mancava mai all’appuntamento in piazza Duomo per prendersi un caffè. Lanfro ha contribuito a fare la storia di Cremona. C’era chi lo conosceva bene, chi meno, ma tutti sapevano chi era il Lanfro”. 

Con affetto e commozione lo ha ricordato anche Carlalberto Ghidotti. “Era un amico corretto e amante del bello, in tutte le sue forme. In una parola, elegante”.

I funerali di Lanfro saranno celebrati lunedì alle 10 in Cattedrale.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti