Cronaca
Commenta

Piante, Legambiente:
"Carenti tempi e modalità"

Via Boschetto, il primo tratto urbano proprio di fianco al cimitero, è rimasta chiusa al traffico, oggi 21 agosto per la seconda giornata di taglio degli alberi. Gli addetti della Green Wave stanno operando sul lato verso via san Francesco d’Assisi mentre ieri gli abbattimenti hanno riguardato alcune piante radicate nel fossato spartitraffico. Intanto sono comparsi in via Marmolada i cartelli che annunciano quello che sarà il possimo intervento, il 24 agosto. Interessati entrambi i lati della strada, dalle 7 alle 18. La strada verrà chiusa e sarà consentito solo l’accesso ai residenti del lato della via non interessata dal cantiere, con circolazione in un solo senso di marcia.

Via Boschetto
Via Boschetto

Intanto anche il circolo Vedo Verde di Legambiente prende poszione su questa campagna di abbattimenti: “L’abbattimento di un albero è sempre una misura dolorosa ma abbatterne 133 è anche un atto che modifica il paesaggio di alcune vie cittadine.
Il Circolo Vedo Verde non ha pregiudizialmente dubbi sulla bontà tecnica dell’operazione ma ha da eccepire riguardo le modalità e i tempi di esecuzione: si sarebbe dovuto comunicare una simile decisione meglio, in modo capillare e trasparente.
Il Circolo dichiara da molti anni e con chiarezza che la condizione attuale del verde in città è il risultato di scarsi interventi di manutenzione ordinaria che non sono inquadrati in un progetto di lungo periodo di sostituzione e messa a dimora di nuovi alberi.
Che cosa ci si aspetta? Che l’Amministrazione adotti il Piano del Verde con rinnovata sensibilità e visione complessiva della città: la cura del verde deve essere centrale nelle politiche cittadine perché Cremona è la seconda città più inquinata d’Europa.
Occorre attrezzarsi con maggiori competenze e attuare nuovi indirizzi a favore di una gestione ottimale e rispettosa del verde pubblico: si dà per scontato che siano rimosse le ceppaie vecchie e  nuove, che l’abbattimento non sia un sostitutivo della corretta manutenzione, che le piantumazioni
siano fatte in modo che la crescita delle essenze sia in armonia con il loro ciclo vitale senza essere costrette a crescere tra cemento, asfalto, cartelli pubblicitari e automobili parcheggiate.
Il Circolo Vedo Verde è sempre disponibile a confrontarsi con l’Amministrazione e sollecita l’adozione  di un regolamento del verde urbano (Legge nazionale 10/2013) coerente con le linee guida prodotte nel 2017 dal Ministero dell’Ambiente”. gb

Le piante di via Marmolada

 

© Riproduzione riservata
Commenti