Cronaca
Commenta

Il Basket integrato della provincia
a fianco delle donne afghane

Anche il movimento del Basket integrato CSI della Provincia di Cremona non resta insensibile e in silenzio di fronte al divieto, imposto dai talebani, che impedisce alle donne afghane di praticare attività sportiva. “Per noi giocatori, allenatori, dirigenti e arbitri è un duro colpo, perché da anni ci impegniamo in uno Sport che facilita l’integrazione e l’inclusione, in particolare quella tra normodotati e atleti disabili, che giocano insieme sul campo da pallacanestro – spiega la Commissione – Uno dei nostri caposaldi è anche donne e uomini possono giocare insieme, allenandosi e disputando partite in cui si condividono le emozioni che danno vittorie e sconfitte”.

“Sapere che in alcune parti del mondo alle donne viene vietato di praticare attività sportiva ci mette grande tristezza e abbiamo deciso di non rimanere indifferenti: vi offriamo alcune foto delle nostre straordinarie atlete che si allenano e giocano a basket (spesso superando i maschi in partita!). Crediamo che lo sport debba essere di tutti, e sul nostro territorio continueremo a impegnarci affinché quante più persone possibile possano esercitare il diritto di fare sport. E questo a prescindere dal livello di abilità, dall’età e dal sesso”.

© Riproduzione riservata
Commenti