Cronaca
Commenta

Cremona Musica, bilancio più che
positivo per l'edizione della ripresa

Risultati oltre le aspettative degli organizzatori per Cremona Musica International Exhibitions and Festival:130 eventi in 3 giorni, 215 espositori da 23 Paesi (42% esteri) selezionati con il supporto di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, oltre 300 artisti e personaggi coinvolti fra concerti, masterclass e presentazioni.
Oggi la conclusione della manifestazione, con l’ultimo riconoscimento consegnato a Enrico Pieranunzi per la categoria performance Jazz, già pluripremiato pianista internazionale in grado di interpretare e rappresentare l’eccellenza pianistica.

Sempre oggi la finale del Disklavier Composer Contest, nato dalla collaborazione tra Cremona Musica e Yamaha Music Europe – Branch Italy, un concorso di composizione che sfrutta la tecnologia Disklavier che fa suonare autonomamente il pianoforte, i finalisti sono stati: Marco Capicchioni, Christina Anthindorou, Mariano Speranza, Roberto Iannuzzi Foti, Emre Nurbeyler, Pulpillo Chiciana Francisco. Il vincitore è stato Francisco Pulpillo Chiclana (Spagna), con il brano “Toccata”.

Un’edizione, questa, più innovativa grazie alla presenza delle tecnologie al servizio del settore musicale e alla presentazione, in esclusiva, del progetto molto ambizioso nato dallo studio e dalla ricerca in collaborazione con il Laboratorio di Informatica Musicale dell’Università degli Studi di Milano, che ha reso concreta la possibilità di suonare con gli occhi. Grazie all’utilizzo di moderni sensori elettronici, sono stati presentati degli strumenti fruibili da utenti con importanti disabilità motorie, ad esempio possono essere suonati senza l’uso delle mani, grazie al tracciamento oculare trasformato in suono.
Cremona si conferma così punto di riferimento per la musica, risultato raggiunto anche grazie all’azione sinergica del sistema Cremona e della Regione Lombardia come conferma il Presidente di Cremonafiere Roberto Biloni: “Sono particolarmente orgoglioso di quello che ho visto e vissuto in questi giorni, ma in realtà dobbiamo esserlo tutti. E’ stata un’importante azione corale nella quale abbiamo dimostrato che muoversi sinergicamente con obiettivi condivisi fa la differenza.

“Il contributo e l’atteggiamento sempre aperto e proattivo del sistema Cremona: Comune, Provincia e Camera di Commercio, e delle associazioni di categoria è stato fondamentale per coinvolgere il mondo musicale dei costruttori, degli accessori e dell’editoria, per fornire iniziative condivise nel territorio, con gli eventi in città, per coinvolgere la parte politica istituzionale nazionale.

“E’ stato determinate anche il ruolo di ICE-agenzia e di Regione Lombardia con le quali abbiamo realizzato il programma di internazionalizzazione della fiera per il quale si possono intuire le notevoli difficoltà di quest’anno. Abbiamo così realizzato insieme un evento che ha confermato di essere unico a livello internazionale e che è andato ben oltre le nostre aspettative di successo anche in considerazione delle difficoltà organizzative e delle restrizioni entrambe pesantemente condizionate dalla situazione sanitaria internazionale. Ripartiamo subito per l’edizione 2022 per un evento di grande successo e di riferimento internazionale nel panorama musicale.”

Tra gli eventi presentati in esclusiva, anche “Remote In-Sync Concert”. Per la prima volta nella storia è stato possibile ascoltare “dal vivo” in cui i due interpreti hanno suonato insieme, ma a 250 Km di distanza, in passato simili esperimenti erano possibili solo con costose attrezzature e con speciali reti internet dedicate.

Protagonisti di questa edizione “della ripresa” sono i settori musicali dalla liuteria, di cui Cremona è storicamente patria, al pianoforte, dalla chitarra alla fisarmonica e agli strumenti a fiato con particolari attenzioni anche agli accessori, forniture e alle edizioni musicali.

© Riproduzione riservata
Commenti