Cronaca
Commenta

Via Panfilo Nuvolone, dopo l'incendio
residenti rientrati nelle abitazioni

Servizio di Anita Franzini

AGGIORNAMENTO ORE 18 – Sono rientrati nelle loro abitazioni i residenti dei 26 appartamenti di via Panfilo Nuvolone 4 che erano stati evacuati dai Vigili del Fuoco in seguito all’incendio sviluppatosi in uno degli scantinati, ed erano stati alloggiati temporaneamente nei locali del comitato di quartiere. I tecnici inviati dall’Aler, proprietario della palazzina, la stessa in cui poche settimane fa è avvenuto l’omicidio di Fatna Moukhrif, hanno verificato tutti gli impianti elettrici e l’ascensore, constatando che non si era verificato alcun danneggiamento: circostanza che farebbe escludere del tutto l’ipotesi del corto circuito che era circolata in mattinata come causa dell’incendio.

Sul posto, questa mattina, erano presenti oltre ai Vigili del Fuoco, personale della Protezione civile comunale, della polizia locale, dei servizi sociali e ovviamente i sanitari. I residenti dei primi due piani sono stati visitati sul posto. Nessuno è risultato intossicato in forma grave ma per tre persone, un bambino di 11 anni e due donne di 44 e 56 anni, sono state necessarie cure mediche.

Sulle cause dell’incendio sta indagando la Polizia: sembra comunque che le fiamme si siano sprigionate da un cumulo di masserizie appoggiato nel corridoio dello scantinato e non si esclude l’origine dolosa.

In passato proprio questa palazzina è stata al centro della polemica per il non corretto smaltimento di rifiuti e per l’abbandono negli spazi comuni di pezzi di mobilio in occasione di traslochi. gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti