Scuole
Commenta

Borse di studio Intercultura
per i ragazzi di Pizzighettone

Grazie alla collaborazione con EDISON, presente sul territorio con i propri impianti idroelettrici, la Fondazione Intercultura rinnova il proprio contributo in favore degli studenti di numerosi comuni lungo il corso dell’Adda per vivere e studiare per un periodo all’estero dalla prossima estate in uno dei 50 Paesi in tutto il mondo dove l’Associazione sviluppa i suoi programmi.

Il progetto rappresenta una irripetibile opportunità formativa per il futuro di questi ragazzi. Preparare i giovani a vivere in un mondo sempre più globalizzato e a sviluppare la capacità di confrontarsi con culture diverse assume sempre maggiore importanza nella scuola e nella società odierne.

Fondazione Intercultura, riserva una borsa di studio totale per un periodo compreso da tre mesi a un anno scolastico agli studenti meritevoli nati tra il 01/01/2004 e il 31/12/2007, residenti con reddito familiare fino a 65.000 euro nei Comuni di Brivio, Calco, Calusco D’Adda, Cisano Bergamasco, Cornate D’Adda, Dongo, Garzeno, Gravedona ed Uniti, Imbersago, Maleo, Medolago, Paderno D’Adda, Pizzighettone, Pontida, Robbiate, Suisio, Villa D’Adda.

La partecipazione alle selezioni per i programmi di Intercultura si effettua iscrivendosi al bando di concorso accessibile e consultabile alla pagina www.intercultura.it/gruppo-edison-impianti entro e non oltre il 10 novembre 2021. Alla scadenza delle iscrizioni, tutti i candidati intenzionati a partecipare sosterranno un percorso di selezioni che comprenderanno una prova d’idoneità online, colloqui condotti da volontari esperti dell’Associazione e un incontro con la famiglia del candidato. I risultati saranno comunicati entro febbraio 2022. Per ogni ulteriore informazione è possibile scrivere a borsedistudio@intercultura.it.

Le partenze sono previste nel corso dell’estate 2022. L’esperienza all’estero prevede l’accoglienza in famiglie selezionate, la frequenza di una scuola locale e viene seguita passo passo dalla presenza di un gruppo di volontari. Gli studenti partecipanti riceveranno da Intercultura la certificazione delle competenze acquisite in ogni fase del programma.

“Per questi adolescenti – fanno sapere da Intercultura – trascorrere un periodo all’estero, anche grazie a una delle centinaia di borse di studio messe ogni anno a disposizione da Intercultura, è un’esperienza unica, una fonte di crescita personale che lascia un impareggiabile vantaggio competitivo nell’affrontare le sfide umane e professionali di domani. Lo dimostrano anche i dati di una ricerca promossa dalla Fondazione Intercultura con metodologia SROI, focalizzata sull’analisi dell’impatto sociale generato dal programma di mobilità studentesca. Dallo studio è emerso come l’impatto sociale generato sia stato in grado di determinare effetti positivi non solo sui beneficiari diretti ma anche sulla comunità nel suo complesso (famiglia, amici, scuola). L’investimento effettuato per la realizzazione dell’attività è stato “triplicato”: per ogni euro investito nei programmi di mobilità studentesca di Intercultura, sono stati generati 3,13 euro di beneficio sociale”.

© Riproduzione riservata
Commenti