Cronaca
Commenta

Zone Logistiche Semplificate,
ok dal Consiglio Regionale

Una proposta di legge diretta al parlamento per l’istituzione di nuove Zone Logistiche Semplificate: questo il testo approvato con voto unanime la mattina di martedì 19 ottobre nel Consiglio Regionale lombardo, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo produttivo e occupazione. Le Zone Logistiche semplificate (ZLS) sono aree specifiche che godono di una particolare defiscalizzazione e snellimento burocratico.

Ad oggi le aree in questioni sono unicamente portuali: con il provvedimento si è quindi voluto richiedere al parlamento di ampliare le ZLS anche a zone montane, dove è presente un aeroporto, ma anche semplicemente ad aree interne con specifiche caratteristiche.

Un testo che coinvolge direttamente anche la provincia di Cremona, con grande soddisfazione del consigliere regionale Matteo Piloni: “Io e la mia collega Antonella Forattini abbiamo voluto ribadire la necessità di lavorare sui porti di Cremona e Mantova e proseguire l’iter già iniziato in Regione Lombardia per l’istituzione di ZLS. Abbiamo già fatto un incontro in Camera di Commercio a Mantova insieme all’assessore Guidesi, ma ora bisogna concretizzare quest’ipotesi”.

Per farlo sarà necessario presentare progetti specifici, sui centri principali ma non solo: “Oltre al porto di Cremona, si potrebbe proporre anche l’area ex- CISE, a Cappella Cantone.” Prosegue il consigliere regionale. “Si tratta di un’area su cui Regione Lombardia e Provincia di Cremona avevano già investito; è una zona che già prevede insediamenti logistici ed è collegata con il porto di Cremona”. Ora la parola passa al parlamento, dove la proposta farà il suo iter legislativo.

Andrea Colla

© Riproduzione riservata
Commenti