Eventi
Commenta

Il 6 novembre visita a San
Michele con il Touring Club

Il Touring Clunb di Cremona organizza una visita alla chiesa di San Michele Vetere e al quartiere delle Mura per la giornata di sabato 6 novembre. Il ritrovo, in piazza San Michele, è previsto alle 15, mentre la visita terminerà alle 17. Secondo la tradizione San Michele sarebbe il primo luogo di culto cristiano della città, costruito dopo la totale distruzione di Cremona avvenuta nel 603 ad opera del re longobardo Agilulfo.

Fu la consorte, la pia regina Teodolinda, che fece erigere una piccola chiesa in onore di San Michele arcangelo, santo protettore dei longobardi. Edificata nel VII secolo, la piccola chiesa fu poi ampliata e rinnovata nel XI secolo e nonostante le trasformazioni e i successivi rifacimenti ottocenteschi rimane un bell’esempio di romanico lombardo con la sua architettura in cotto rosso. Dell’edificio longobardo sono rimasti i cinque capitelli conservati nella cripta, straordinari per la loro essenziale e rude espressività. La zona dove è collocata la chiesa era nel VII secolo ancora esterna alla cinta muraria romana e si trovava lungo l’importante via Postumia (oggi corrispondente a via Gerolamo da Cremona) così come la vicina (e per molti versi gemella) chiesa di San Lorenzo, primo insediamento cristiano in Cremona in epoca tardoromana.

Nell’interno a tre navate, con presbiterio sopraelevato, si ammirano dieci esili colonne con capitelli romanici, lacerti di affreschi duecenteschi nelle navate laterali e nel catino absidale il “Giudizio Universale” affrescato nel XIII secolo, di viva espressività nella sua terrifica immediatezza. Degni di attenzione il trittico dipinto nel 1568 da Bernardino Campi, la “Crocifissione” di Giulio Campi del 1571 proveniente dalla distrutta chiesa di San Domenico e le ante d’organo di Alessandro Pampurino realizzate nel 1508.

Prenotazioni entro il 4 novembre ai numeri 3285731807 (Loredana) o 037232254 (Libreria Spotti), alla mail cremona@volontaritouring.it. A guidare la visita sarà Roberta Raimondi, con i consoli del Club di Territorio di Cremona. Per la partecipazione è richiesta la presentazione del Green pass e il rispetto delle misure anti-Covid.

© Riproduzione riservata
Commenti