Cronaca
Commenta

Cantiere della stazione fermo da
un anno: lo sfogo dei pendolari

Foto dalla pagina Facebook del comitato pendolari InOrario - Cremona
Finito il primo week end di festa del torrone, i pendolari tornano alla quotidianità fatta di disservizi e trascuratezza.  L’occasione, domenica, dell’arrivo a Cremona della locomotiva storica da Milano, ha dato lo spunto al comitato InOrario per evidenziare lo stallo del cantiere nella stazione. “Con l’apertura della Festa del Torrone a Cremona – si legge in un post pubblicato ieri –  si inaugura il ‘Museo dei Ricordi Ferroviari’ e si mette in mostra il nuovissimo treno Donizetti di Trenord che, non si sa quando e dove, entrerà in funzione.
“Peccato che a chi passa in stazione, anche se non assiduo frequentatore, non passa inosservata la situazione: un cantiere unico. Dei due sottopassaggi presenti, solo uno dei due è in funzione, perché l’altro è in ristrutturazione da più di un anno. Quello in uso dovrebbe essere quello che superava le barriere architettoniche: da due anni si attende la messa in funzione dell’ascensore”.
Sul binario 1 da più di un anno esiste una passerella per accedere al treno: l’obiettivo dei lavori era quello di diminuire il dislivello tra la banchina e i convogli in modo da agevolare l’accesso ai disabili. Ma in questo modo, e con i lavori che non procedono, gli assembramenti sono inevitabili ed è praticamente impossibile ‘allontanarsi dalla linea gialla’ come raccomandano gli annunci.
“Le zone rosse – si legge ancora – sono superate da un pezzo e quindi non ci sono più scuse per i ritardi.
Anche il cancello esterno alla stazione, quello che più volte abbiamo chiesto di poter aprire per migliorare il deflusso dei pendolari ma che ci è stato sempre negato, oggi per l’occasione è stato aperto. Come sempre, due pesi e due misure”, è l’amara riflessione di chi utilizza il treno per studio e lavoro.
Ieri inoltre si è verificato un ritardo importante sul Milano – Mantova, un’ora in più  sulla corsa delle 19.30 da Cremona in direzione Mantova, a causa di una guasto a Milano Centrale. gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti