Cronaca
Commenta

Influenza aviaria, zona di ulteriori
restrizioni ampliata anche a Cremona

Al momento nessun caso registrato in provincia

Il Ministero della Salute ha ampliato anche all’intera provincia di Cremona la zona di ulteriori restrizioni per fronteggiare l’influenza aviaria dopo il caso verificatesi in un allevamento di tacchini in provincia di Brescia.

Al momento non si registrano caso sul territorio cremonese. Ad essere interessata dalla diffusione dell’influenza aviaria è soprattutto nella Bassa Veronese, ma, oltre a Cremona, anche le province di Mantova e Rovigo e parti di quelle di Brescia, Vicenza, Padova, Venezia e proprio Verona sono state inserite nella ZUR.

Il virus, che non si trasmette dall’animale all’uomo, colpisce soprattutto i tacchini, ma ci sono focolai anche in allevamenti di polli, galline ovaiole e quaglie.

© Riproduzione riservata
Commenti