Cronaca
Commenta

Patentino per cani versione digitale
I primi diplomati cremonesi

Si è tenuta oggi presso la sede dell’Ordine dei Veterinari di Cremona la cerimonia di consegna dei Patentini per proprietari di cani. Presenti Simona Pasquali, assessore alla Mobilità Sostenibile e Ambiente del Comune di Cremona, Laura Mori, medico veterinario esperto in comportamento animale e responsabile scientifico del progetto, Giuliana Caronna, medico veterinario e istruttore cinofilo.

Il Patentino, organizzato dall’Ordine dei Veterinari di Cremona in collaborazione con il Comune di Cremona, ATS Val Padana e *Pet Academy, si è svolto durante tutto lo scorso mese di ottobre per la prima volta in modalità digitale. In data da destinarsi verranno inoltre consegnati i certificati di chi ha potuto frequentare l’edizione in presenza dello scorso giugno. Oltre 800 gli iscritti all’edizione digitale, di cui 650 hanno conseguito il certificato finale.

“Ho tenuto a firmare ad uno ad uno tutti i 650 certificati a mano perché ho voluto dare il giusto tempo e la giusta importanza a questo progetto” ” ha detto Pasquali. Il Patentino è un documento importantissimo e il Comune di Cremona ci crede”. Ha poi aggiunto rivolgendosi ai presenti: “Vorrei che vi faceste portavoce anche nei confronti di altri proprietari di cani che non hanno frequentato e che non sono a conoscenza dell’importanza di questo percorso, anche perché la convivenza con chi non possiede animali deve essere resa il più armoniosa possibile. Frequentare il Patentino è un gesto responsabile e civile”.
 Mori ha ringraziato i convenuti, il Comune di Cremona, ATS Val Padana e Pet Academy che ha messo a disposizione una piattaforma dedicata e resa fruibile per tutti, con un’assistenza tecnica continua e tempestiva. Ha ringraziato inoltre Giuliana Caronna e Massimiliano Spotti, anch’essi relatori del percorso formativo. La modalità digitale ha consentito di raggiungere in modo capillare tutto il territorio nazionale, arrivando anche in quelle zone dove fino ad ora non era mai stato possibile organizzarlo. “Visto il grande successo che ha avuto questa edizione, l’Ordine sta già organizzandosi per il prossimo anno. Nel 2022 le edizioni saranno due: una a marzo e una a ottobre, a brevissimo verranno rese disponibili le date e aperte le iscrizioni sul portale Pet Academy e sul sito istituzionale dell’Ordine”.

L’obiettivo generale del Patentino, corso di formazione previsto all’art. 1, comma 4 dell’ordinanza 3 marzo 2009, è favorire il corretto sviluppo della relazione tra il cane e il proprietario al fine di consentire l’integrazione dell’animale nel contesto sociale. Il percorso formativo fornisce nozioni sulla normativa vigente e sulle caratteristiche fisiologiche ed etologiche del cane in modo da sensibilizzare il proprietario al possesso responsabile. Infondendo ai proprietari la conoscenza dei loro doveri e delle loro responsabilità civili e penali, nonché la comprensione del cane e del suo linguaggio, si intende valorizzare il rapporto interspecifico e prevenire lo sviluppo di comportamenti indesiderati da parte degli animali. Il cane, in quanto essere senziente, è dotato di capacità cognitive che devono essere potenziate e ha esigenze etologiche e comportamenti che il suo compagno umano deve comprendere e accettare affinché sia favorito il suo inserimento nella società.

Il Patentino è gratuito e aperto a tutti i cittadini che siano già proprietari di un cane o che intendano adottarne uno. È a pagamento soltanto per i soggetti obbligati da ordinanza della propria Asl di riferimento.
Le lezioni sono improntate sul moderno approccio cognitivo grazie al percorso formativo dei veterinari docenti. La partecipazione al corso (con una frequenza minima dell’80% delle ore di lezione) ed il superamento del quiz finale sono obbligatori per il rilascio del “Patentino”.
Il corso ha una durata di 12 ore a cui si aggiungono 2 ore supplementari relative all’aggressività e ai comportamenti di aggressione. Il corso si suddivide in 6 lezioni (7 per gli obbligati) di due ore ciascuna con frequenza obbligatoria ad almeno l’80 % delle lezioni. Al termine si terrà un test di verifica di apprendimento degli argomenti svolti al superamento del quale si otterrà il documento ufficiale.

© Riproduzione riservata
Commenti