Cronaca
Commenta

Sciopero generale, a
Cremona pochi disagi

Sciopero di 8 ore indetto per oggi, giovedì 16 dicembre, da Cgil e Uil per i lavoratori pubblici e privati, con manifestazioni in cinque piazze italiane: Milano, Bari, Cagliari, Palermo e Roma. Nel capoluogo lombardo erano presenti anche le delegazioni cremonesi delle sigle sindacali promotrici. Lo sciopero è stato indetto come protesta contro la Legge di Bilancio, considerata inadeguata e con misure insufficienti per le fasce più deboli della popolazione.

“Siamo in piazza – ha detto il Segretario Generali della Cgil Cremona Marco Pedretti – per scioperare per il futuro del nostro Paese: i nostri motivi sono giusti e riguaradano il lavoro, le pensioni e il fisco”.

“Vogliamo – ha aggiunto Pedretti – un lavoro più dignitoso e dobbiamo accompagnare i processi di trasformazione con politiche industriali. Chiediamo un sistema pensionistico che introduca meccanismi di solidarietà e possibilità di uscita che tutelino giovani e donne. Chiediamo anche che cambi la riforma fiscale perché dia sostegno ai redditi medio-bassi”.

A fermarsi trasporti (ma non Trenord che è stata interessata martedì 14 dicembre per il solo personale di bordo dei treni), industria, servizi e pubblica amministrazione. in piazza anche pensionati e studenti universitari. Niente sciopero per la scuola (che lo ha effettuato venerdì 10 dicembre), Poste, servizi ambientali e sanità, Rsa comprese.

A Cremona, nella mattinata d oggi, in ogni caso non sono stati riscontrati disagi legati allo sciopero, anche se la situazione potrebbe evolvere nel corso della giornata.

© Riproduzione riservata
Commenti