Cronaca
Commenta

Da domani vaccini in Fiera: 9 linee
obiettivo 1200 dosi al giorno

I week end saranno dedicati prevalentemente ai bambini 5 - 11 anni, per loro saranno presenti anche i volontari Vip - Dal naso al cuore e Abio.
Cambia l'accesso al padiglione 1: non più dalla biglietteria ma dall'ingresso principale.
Biloni: "Siamo al lavoro per proporre eventuali soluzioni da adottare in caso da marzo sia necessario far convivere le manifestazioni in Fiera con la campagna vaccinale"

Da domani, domenica 19 dicembre la sede cittadina vaccinale anti covid-19 dell’ASST di Cremona si trasferisce presso il padiglione 1 della Fiera di Cremona: alle ore 12 avrà inizio la vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni.
“La capacità di reinventare spazi e rimodulare l’organizzazione, da mesi è l’unico modus operandi possibile – afferma Rosario Canino (Direttore sanitario ASST di Cremona). Le esigenze cambiano in modo complementare all’evoluzione pandemica e ai progressi della scienza. Per questo è stato necessario trasferire l’HUB da Sapiens a CremonaFiere”.

“Anche stavolta c’è stato un grandissimo gioco di squadra che ha visto, in primis, la collaborazione con i vertici di CremonaFiere, dal Presidente Roberto Biloni al Direttore Massimo De Bellis, la Direzione strategica dell’ASST di Cremona e l’ATS della Val Padana. Collaborazione che si è concretizzata in piena condivisione con il Comune di Cremona e la Provincia di Cremona, la Prefettura, la Questura e la Protezione Civile che continuerà a svolgere un ruolo attivo.

“Rispetto alla volta precedente, si accede al padiglione 1 della Fiera di Cremona dall’ingresso principale e non dalla biglietteria. Resta la possibilità di fruire di un ampio parcheggio e di una struttura facilmente accessibile per tutti. Le linee vaccinali attive saranno 9 e le persone vaccinate quotidianamente circa 1200. La nostra attività si svolgerà 7 giorni su 7 con un grande impegno di forze; le giornate di sabato e domenica saranno dedicate prevalentemente ai bambini dai 5 agli 11 anni (1400 vaccini per ogni weekend) – aggiunge Canino. Inoltre, I volontari di SIAMO NOI e AUSER continueranno ad essere al nostro fianco. A loro si aggiungeranno i volontari dell’Associazione VIP dal naso al cuore e di ABIO per accogliere al meglio i più piccoli”.
“Il desiderio sarebbe quello di ringraziare uno ad uno tutti i professionisti per l’impegno incessante che sostengono da quasi due anni. Mi limito a citare i servizi, sperando di non dimenticare nessuno- precisa Canino. Un grazie enorme a: personale del comparto (infermieri, assistenti sanitari, tecnici di laboratorio, Oss) medici, medici volontari; al personale Amministrativo (Ufficio Tecnico, CUP, Sistemi informativi, Risorse Umane, Ingegneria clinica, Servizio di Protezione e prevenzione, Ufficio Acquisti, Ragioneria). Grazie a: Direzioni mediche di presidio, Direzione delle professioni sanitarie (DAPS), Servizio vaccinazioni, Farmacia aziendale, Servizi territoriali, Infermieri di Comunità, Medici di Medicina Generale, Ufficio Comunicazione”.
“Un pensiero riconoscente va alla Dirigenza di Sapiens, alla presidente Katia Acquaroli e al responsabile di area Francesco Bruschi che ci hanno accolto in modo encomiabile, mettendoci nelle migliori condizioni per offrire un servizio di qualità ai cittadini. Grazie al Comune di Castelverde e alla sindaca Graziella Locci per la concreta collaborazione”- conclude Canino.

“Ci siamo messi nuovamente a disposizione con l’immediato consenso di tutto il Consiglio d’amministrazione perché riteniamo che la Fiera sia uno luogo servizio del territorio” – spiega Roberto Biloni (Presidente di CremonaFiere).
“Il desiderio è quello di creare le condizioni per proseguire il più a lungo possibile con l’attività vaccinale. Nel mese di Marzo il quartiere fieristico vedrà in programma nuovi eventi che saranno utili non solo al rilancio della fiera, ma anche al sostegno del territorio tramite l’indotto che verrà creato. Per questo motivo – conclude Biloni – stiamo già lavorando per proporre eventuali soluzioni da adottare in caso sia necessario far convivere le due diverse attività”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti