Cultura
Commenta

STRADIVARImemorialday,
al MdV I Solisti Veneti

Pagine virtuosistiche eseguite da una compagine italiana fra le più quotate del settore, con un pubblico in sala pronto a celebrare in musica il Maestro liutaio simbolo di Cremona: Antonio Stradivari. È lo “STRADIVARImemorialday”, evento promosso da Museo del Violino e Unomedia con il sostegno della Fondazione Arvedi Buschini, MDVfriends e sponsor, che ieri sera, sabato 18 dicembre, ha portato in Auditorium I Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella, nel concerto: ‘Stravaganza, estro, follia’.

In programma brani di Vivaldi, Albinoni, Locatelli e Geminiani, nonché qualche sorprendente bis eseguito sempre con rigore e con ardore. Particolarmente apprezzata dal pubblico la scelta di affidare a due artisti altrettanti capolavori di Stradivari, un modo per rendere omaggio al Maestro nell’anniversario della morte. Così Marco Bronzi ha posato l’archetto sullo Stradivari ‘Golden Bell’ 1668, mentre Lucio Degani ha imbracciato lo Stradivari ‘Lam – ex Scotland University’ 1734. Sono strumenti esposti al Museo del Violino grazie al network “Friends of Stradivari”. Entusiasmante l’esecuzione come pure il suono dei violini, che ha innescato nel pubblico uno scroscio di applausi.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti