Cronaca
Commenta

Guasto al treno, soppressa la corsa
per Milano: pendolari furiosi

Ennesima giornata “no” per i pendolari cremonesi, che questa mattina al binario 1 si sono trovati una sorpresa decisamente poco gradita: il treno che la maggior parte dei cremonesi utilizza la mattina per recarsi a Milano, quello delle 7.30 (che parte a 6.20 da Mantova), è stato cancellato, a causa di “un guasto non risolvibile”, come riporta TreNord nella sua comunicazione. Dove, peraltro, si suggerisce di prendere quello successivo, che parte da Mantova alle 8.42 per arrivare a Milano alle 10.40, ossia due ore dopo. Insomma, nessuna alternativa valida viene data per arrivare in orario al lavoro.

Altri treni della linea, durante le prime ore della mattina, avevano già accumulato ritardi, così come il Brescia-Cremona delle 6.40, che porta in città diversi studenti in arrivo dalle zone della Bassa Bresciana, in arrivo 20 minuti dopo.

Non più tardi di ieri, lunedì 17 gennaio, i comitati e gruppi di pendolari lombardi, in una lettera aperta, avevano chiesto le dimissioni dell’assessore regionale alla partita, Claudia Terzi, accusando Trenord di essere l’unica azienda in condizioni “disastrate, pur esistendo il covid per tutte”.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti