Cronaca
Commenta

Tamoil, Legambiente: "Prima di nuovi
impianti si verifichi contaminazione"

Che l’eventuale riconversione della Tamoil sia preceduta da verifiche sullo stato di contaminazione di tutta la zona. A chiederlo è il circolo Vedo Verde di Legambiente Cremona, che ha seguito nei giorni scorsi l’Osservatorio Tamoil.

“Riguardo il futuro dell’area, è necessario avere ulteriori informazioni: se Tamoil ha un piano di nuovi investimenti in prospettiva di una conversione ecologica, questo deve essere illustrato nei particolari e non limitato a una dichiarazione di intenti” sottolinea il direttivo.

“Si chiede a Tamoil e all’Amministrazione Comunale di rendere pubblici i passaggi urbanistici che sarebbero intercorsi e, prima di qualsiasi decisione, di conoscere lo stato di contaminazione sia delle aree interne dell’area sia di quelle esterne”.

Il circolo, inoltre, condivide “la scelta dell’Assessore Simona Pasquali di convocare la conferenza di servizi per analizzare e approfondire i dati prodotti dalla Società Canottieri Leonida Bissolati”, auspicando “che l’Amministrazione Comunale svolga un ruolo determinante nelle decisioni del futuro dell’area tutelando i cittadini, la salute e l’ambiente”.

© Riproduzione riservata
Commenti