Cultura
Commenta

"Arte del canto lirico" candidata
all'Unesco: Cremona protagonista

Il baritono ldo Protti

L’Arte del Canto Lirico è la candidatura ufficiale dell’Italia per il riconoscimento nella Lista Rappresentativa UNESCO del Patrimonio Culturale Immateriale. La decisione è stata presa questa mattina dal Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.  Cremona e Crema sono le protagoniste di questa candidatura, come spiega l‘assessore regionale all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, nell’esprimere il ringraziamento al sottosegretario di Stato per la Cultura Lucia Borgonzoni per questo importante traguardo, che vede la Lombardia, con tutto il suo patrimonio storico e culturale, in primissima linea.

“Senza il cremonese Claudio Monteverdi, che ne fu il padre, non ci sarebbe l’opera lirica – afferma Galli – Bisogna ricordare anche un altro cremonese, Amilcare Ponchielli. E poi il Teatro Alla Scala, primo teatro d’opera al mondo, e il circuito virtuoso di OperaLombardia. E altri compositori: Francesco Cavalli di Crema e Gaetano Donizetti di Bergamo, ma anche il baritono Aldo Protti e il bresciano Giacinto Prandelli. Senza dimenticare – ha concluso Galli – la ‘divina’ Maria Callas, d’origine greco-americana e milanese d’adozione”.

© Riproduzione riservata
Commenti