Cronaca
Commenta

56enne cremonese massacrata
di botte. Denunciato il compagno

Al culmine di una lite per futili motivi, l’ha picchiata fino a mandarla in ospedale, dove i medici le hanno diagnosticato un trauma cranico, fratture alle costole e al dito di una mano. Prognosi di 30 giorni. E’ successo lo scorso 8 aprile nel cremonese, ed è l’ennesimo caso di violenza domestica. Lo riporta “Il Cittadino di Lodi”. Vittima, una 56enne cremonese maltrattata dal compagno, 56 anni, lui residente nel milanese, che è stato denunciato dagli agenti della squadra Mobile di Lodi, allertati dai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Lodi ai quali la donna si era rivolta per essere curata. Non è la prima volta che l’uomo alza le mani sulla compagna, ma prima di quest’ultimo episodio la donna, vittima da tempo di violenze, minacce e offese, non l’ha mai voluto denunciare. Lo ha fatto raccogliendo tutto il suo coraggio e grazie all’opera di persuasione dei medici e dei poliziotti. Nei confronti del compagno violento, l’autorità giudiziaria di Cremona ha emesso un’ordinanza di allontanamento immediato dalla casa familiare e un divieto di avvicinamento alla donna, che è stata accompagnata in una struttura protetta.

S.P.

© Riproduzione riservata
Commenti