Cronaca
Commenta

Morta a 26 anni dopo malore in
palestra. Era educatrice a Sospiro

Giulia con il papà

Lavorava come educatrice in uno dei reparti del dipartimento della disabilità di Fondazione Sospiro, Giulia Gazzani, 26 anni, stroncata da un malore improvviso dopo la palestra. La tragedia è successa a Castelbelforte, nel Mantovano, al confine col comprensorio Oglio Po. La giovane era appena rincasata, sabato alle 19, quando si è sentita male. A trovarla accasciata in bagno è stato il fratello maggiore, che ha subito chiamato i soccorsi: la corsa all’ospedale Poma di Mantova è stata purtroppo inutile.

Giulia era figlia di Massimiliano Gazzani, sindaco di Castelbelforte e vicepresidente della Provincia di Mantova per la nuova giunta Bottani. Proprio Carlo Bottani, presidente della Provincia di Mantova, è stato tra i primi a fare sentire la propria vicinanza al sindaco. La bacheca Facebook del primo cittadino di Castelbelforte è stata inondata di parole d’affetto e cordoglio. A causa del gravissimo lutto le celebrazioni del 25 aprile sono state cancellate.

Martedì 26 aprile sul corpo della giovane verrà effettuata l’autopsia.

© Riproduzione riservata
Commenti