Cronaca
Commenta

Comune, odg maggioranza:
stop a manifestazioni fasciste

E ‘stato depositato un ordine del giorno per il Consiglio Comunale firmato dai tre capigruppo di maggioranza (Roberto Poli-PD, Enrico Manfredini- Fare Nuova la Città Cremona Attiva, Lapo Pasquetti-Sinistra per Cremona) per dire stop alle manifestazioni inneggianti al fascismo nella nostra città.

“Il 29 aprile scorso al Cimitero di Cremona ,in memoria di Benito Mussolini, del gerarca cremonese Roberto Farinacci e dei morti della Repubblica Sociale di Salò, sono stati utilizzati ed esibiti stemmi, gagliardetti, bandiere del ventennio fascista e sono state utilizzate parole, note musicali e i cosiddetti saluti romani inneggianti al fascismo” commentano i consiglieri.

“Tali manifestazioni si ripetono ogni anno nonostante l’espressa ordinanza del Sindaco con la quale si vieta l’espressione di simboli e atti che esaltino i principi e/o i protagonisti del fascismo.

L’apologia del fascismo, nell’ordinamento giuridico italiano, è un reato previsto dall’art. 4 della legge Scelba attuativa della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione
Che tale norma recita “quando un’associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista.

Il Consiglio Comunale sarà chiamato ad esprimersi per invitare le Istituzioni preposte all’ordine pubblico ad evitare in futuro il ripetersi di tali manifestazioni e ad attivarsi per garantire il rispetto delle ordinanze sindacali che esprimono e rappresentano il dovuto rispetto ai caduti per la Libertà dal fascismo”.

© Riproduzione riservata
Commenti