Cronaca
Commenta

Peste suina, Piloni (Pd): "La Lombardia
continui a monitorare"

“Ben l’azione del governo per contenere il più possibile la proliferazione della peste suina che per il momento rimane circoscritta a Lazio, Liguria e Piemonte, ma non possiamo abbassare la guardia ed è fondamentale che anche in Lombardia si continui il monitoraggio, soprattutto nelle zone di confine con le regioni coinvolte”. Lo dichiara il consigliere regionale Matteo Piloni, capodelegazione dem in commissione Agricoltura, a seguito delle dichiarazioni rilasciate questa mattina dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa, in merito alle zone rosse istituite per contenere la diffusione del virus della peste suina. “Il tema è molto serio e riguarda soprattutto le ricadute negative sul settore suinicolo. Ci auguriamo che la mozione approvata in Consiglio regionale lo scorso 18 gennaio rappresenti solo il primo passo in questa direzione” ribadisce Piloni, ricordando quanto chiesto e ottenuto dal gruppo del Pd: un numero dedicato per segnalare eventuali rinvenimenti di carcasse di cinghiale, una più puntuale programmazione e un monitoraggio della consistenza della specie per individuare le azioni di riduzione e controllo della popolazione di cinghiali, un maggiore coinvolgimento degli enti locali territoriali e contributi specifici mirati all’installazione di reti metalliche dedicate a questo tipo di cattura.

© Riproduzione riservata
Commenti