Chiesa
Commenta

Santa Rita, folla di fedeli per
celebrazioni e benedizione delle rose

Fotoservizio Francesco Sessa

Una giornata solenne e molto partecipata, con celebrazioni, banchetti benefici e l’immancabile benedizione delle rose: così si è celebrata, in questa domenica 22 maggio, la festa di Santa Rita da Cascia, nell’omonima chiesa di Cremona. Una commemorazione che si ripete ogni anno per celebrare la santa e la sua vita esemplare. Un momento di preghiera e devozione storicamente molto sentito dai cremonesi. Le messe, presiedute da don Antonio Bandirali, da monsignor Carlo Rodolfi, e da don Ivan Maglia, hanno richiamato numerosi partecipanti.

Dal pomeriggio di venerdì 20 maggio e fino a lunedì 23 maggio, inoltre, nel cortile della Chiesa è allestito il consueto spazio per la benedizione e la vendita delle rose e degli oggetti devozionali, che come sempre ha visto la presenza di molti fedeli. Il rito della benedizione delle rose ricorda un particolare episodio della vita della santa. Si dice infatti che, sul letto di morte, Santa Rita abbia chiesto una rosa del giardino dei suoi genitori. Era inverno, tuttavia una bella rosa fu trovata sull’arbusto indicato dalla santa. Da allora la santa di Cascia è stata sempre associata alle rose e per questo ogni devoto porta le proprie rose in chiesa perché siano benedette e poi custodite in casa o offerte a qualche persona malata o sola, affinché possa ricevere, per intercessione di Santa Rita, un po’ di un conforto o una particolare grazia.

Quest’anno la manifestazione è anche l’occasione per festeggiare il primo anno di vita dell’associazione “Amici di Santa Rita onlus”. L’associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità rivolte alla tutela, promozione e valorizzazione dei beni mobili ed immobili di interesse artistico e storico, commissionando direttamente o finanziando interventi riguardanti la chiesa delle “Sante Margherita e Pelagia” a Cremona nonché il complesso di S. Rita ad essa collegato. Inoltre l’associazione si impegna nella promozione all’interno della comunità cristiana e nella società civile i valori della famiglia, della pace, del perdono e della riconciliazione, che sono le singolari caratteristiche della testimonianza umana e cristiana di Santa Rita, e la devozione e il culto di santa Rita nelle modalità e secondo le indicazioni della Chiesa.

© Riproduzione riservata
Commenti