Cronaca
Commenta

Nel carcere di Cremona
"Vivicittà – Porte Aperte”

La Casa Circondariale di Cremona ha ospitato sabato 28 maggio la diciasettesima edizione del “Vivicittà – Porte Aperte”, la corsa podistica riservata ai detenuti, ma aperta anche alla società civile, rappresentata in tale circostanza dalla società sportiva esterna dell’Asd Triathlon-Duathlon,  per un totale di 60 persone comprensive dei detenuti.

La direzione della casa Circondariale, dott.ssa Padula ha ringraziato i volontari UISP, i podisti esterni e gli agenti della polizia penitenziaria che hanno reso possibile la corsa.

La corsa, sviluppatasi su un circuito interno di ottocentro metri circa da ripetersi cinque volte, ha visto primeggiare un detenuto Sirhani con il tempo di 23 minuti e 25 secondi.

Un Vivicittà – Porte Aperte quanto mai internazionale, specchio fedele dei processi di globalizzazione,  che si è svolto in altre trenta Case Circondariali d’Italia, e che ha concluso la rassegna di iniziative collegate alla corsa podistica  giunta alla trentasettesima edizione.

© Riproduzione riservata
Commenti