Cronaca
Commenta

Formaggi&Sorrisi: tavola rotonda
sulla filiera lattiero-casearia

Il 28 maggio la seconda giornata di Formaggi e Sorrisi Cheese & Friends Festival con una tavola rotonda, moderata dal direttore di Mondo Padano Alessandro Rossi, presso il PalaCheese in Piazza Roma con un approfondimento della filiera lattiero-casearia-agroalimentare, sfide e opportunità. Il cambiamento dei processi di produzione e dei servizi correlati alla trasformazione e commercializzazione in una delle più fertili terre del Paese grazie all’agricoltura, l’agroalimentare e il comparto gastronomico rappresenta un’eccellenza da promuovere attraverso la coesione di imprese, formazione, istituti tecnici e istituzioni.

Quali, quindi, i nuovi scenari nella relazione agricoltura-scuola- formazione – lavoro per un territorio, come il nostro vocato, all’agroalimentare? Quali necessità per studenti ed imprese? Cosa ci attende in futuro? Ne hanno parlato i rappresentanti delle Associazioni di Categoria, gli operatori della formazione nell’agroalimentare e le Istituzioni. “Gli istituti devono accompagnare le categorie economiche, – ha spiegato Paolo Mirko Signoroni, Presidente Provincia di Cremona – la professionalità è sempre più carente e questo trend va cambiato grazie alla collaborazione tra imprese, istituzioni e formazione. É importante che i giovani siano instradati attraverso un approccio all’inserimento negli istituti professionali e poi sul mercato del lavoro. Le scuole professionali efficienti danno garanzia ai nostri giovani per coniugare formazione e lavoro”.

“Mi rivolgo principalmente ai giovani ricordando che si trovano in un territorio che ha una grande forza – ha dichiarato Gianluca Galimberti, Sindaco del Comune di Cremona – citando solo due asset troviamo imprese e categorie economiche strettamente collegato con e il sistema formativo. Attività legata all’orientamento, istituzioni pubbliche, private e scuole stanno lavorando molto su questo tema attraverso un importante lavoro con le imprese. Lo sviluppo dell’università in questo territorio non ha pari con una proposta universitaria e di ricerca a fianco delle imprese molto importante. Formaggi e sorrisi è l’esempio di iniziative con importanti ricadute sul territorio”.

“Rapporto tra agroalimentare e turismo è inscindibile. – ha detto Barbara Manfredini, Assessore al Turismo, Commercio e Sicurezza – Questa iniziativa fa parte del poker d’assi che abbiamo a disposizione nel nostro territorio essendo legata all’agroalimentare che è l’asset principale che converte in turismo. Ci impegniamo su progetti nazionali e internazionali che raccontano la realtà di questo ricco territorio.   Istituzioni, imprese, realtà produttive e le scuole al nostro fianco ci permettono di affrontare le sfide in modo unito”.

“Il grido dall’allarme della mancanza di mano d’opera e un tema di grande attualità, – ha spiegato Maria Luise Polig, Presidente Azienda Speciale Servizi di Formazione della Provincia di Cremona – e dobbiamo partire dal basso per risolvere il problema. Il centro di formazione è uno degli strumenti fondamentali che dovrebbero riuscire a dare motivazione ai giovani per appassionarli al lavoro grazie alla competenza per poterlo fare in maniera soddisfacente.

Le politiche attive di Regione Lombardia insieme agli istituti professionali stanno mettendo a disposizione dei percorsi mirati e altamente funzionanti per permettere ai giovani, conoscenza competenza e prova sul campo oltre al riconoscimento economico”.

© Riproduzione riservata
Commenti