Cronaca
Commenta

Piscina, via libera a investimento
da 3 milioni per la riqualificazione

Un progetto da 3 milioni di euro, 1,3 più di quanto previsto inizialmente, senza però alcuna modifica della convenzione, nè per quanto riguarda la durata nè relativamente al contributo erogato dal Comune: questo quanto deciso da Forus Italia in merito alla riqualificazione della piscina comunale di Cremona, dopo una serie di interlocuzioni con l’amministrazione comunale.

Il progetto definitivo, che dovrebbe essere inviato alla Pec del Comune di Cremona entro il 10 luglio, prevede naturalmente tutti i lavori previsti dal contratto iniziale, ossia la riqualificazione della vasca convertibile e dei suoi spogliatoi,  nonché degli spazi nella ex vasca anni 70, e dell’area ristoro. In più si dovrebbe realizzare un’area ludico-ricreativa e uno spazio per le famiglie. E con lo stanziamento in più si vuole intervenire sugli spogliatoi della vasca olimpionica, ma anche su un restyling architettonico della struttura.

A seguire la partita è l’assessore Luca Zanacchi, che sta già predisponendo la convocazione dell’apposita commissione consiliare, per presentare il progetto definitivo dopo il 10 luglio.

“In questi mesi c’è stata una fitta interlocuzione con la società spagnola” spiega l’assessore. “Abbiamo rifiutato la proposta di modificare la convenzione, portandola a 40 anni, nonché la richiesta di un maggiore contributo da parte del Comune. Dopo l’esperienza già vissuta e il sollevamento popolare che c’era stato per una convenzione a 25 anni, non sarò io l’assessore che si impegnarà in una di 40. Abbiamo invece approvato la richiesta di poter incrementare l’investimento. La proprietà ci ha spiegato che ora sta lavorando in perdita e che ha necessità di poter incrementare le proposte e i servizi ai cittadini, per tornare a regime”. Di qui la necessità di ampliare l’investimento iniziale.

Ma per Forus questo non basterà: dopo gli anni di gestione fallimentare da parte di Sport Management, infatti, sarà anche necessario “riconquistare la fiducia dei cremonesi e dell’amministrazione, con una nuova gestione più performante” continua Zanacchi. “E’ necessario cambiare registro rispetto al passato”.

Parallelamente, l’amministrazione ha messo sul piatto la disponibilità a collaborare per partecipare al bando regionale sull’efficientamento energetico degli impianti natatori. “I nostri tecnici sono già al lavoro per analizzare la situazione” continua Zanacchi. “Andremmo a intervenire nelle parti di impianto non comprese nel project financing. Il bando regionale fornisce contributi a fondo perduto fino a 350mila euro per progetti di massimo 420mila euro”.

Laura Bosio

 

© Riproduzione riservata
Commenti