Spettacolo
Commenta

"Mago di Oz": attori adolescenti
in tour per i grest della diocesi

Credits: Paolo Mazzini

Le giornate del 14-15-16 giugno 2022 hanno visto il teatro Silvio Pellico di Cremona animarsi con l’obiettivo di creare in tre giorni di full immersion uno spettacolo teatrale che potesse raccontare la storia del Grest di quest’anno, quella del “Mago di Oz”, e che potesse farlo viaggiando, incontrando spazi, realtà, bambini e bambine dei diversi oratori della Diocesi.

La scommessa alla base della proposta della Federazione Oratori Cremonesi in collaborazione con la Compagnia dei Piccoli quest’anno ha voluto essere più stimolante decidendo di coinvolgere gli educatori adolescenti dei Grest Cremonesi come attori. Don Francesco Fontana – presidente della Focr – racconta: “Abbiamo desiderato un’esperienza che rendesse protagonisti gli adolescenti. Questa fascia di età necessita di un’attenzione importante che ha bisogno sempre più di adulti disposti a stare con loro per aiutarli a credere in se stessi e a tirar fuori il meglio”.

I giovani attori sono: Cosma Bozzetti, Matilde Ferrari, Sara Gazzaniga, Emma Pinardi, Francesco Rebecchi ed Irene Zanasi. Sono i sei giovanissimi e giovanissime che hanno risposto all’appello e reso possibile il progetto. Grazie alla regia di Mattia Cabrini, l’aiuto regia di Ester Tolomini, le coreografie di Maddalena Parma e la scenografia di Giulia Cabrini si è dato nuova vita alla storia di Dorothy creando 60 minuti di uno spettacolo destinato a bambini ed adulti dei diversi Oratori che hanno deciso di ospitarlo. Sono una quindicina gli oratori che ospitano le date del tour per un totale di circa 1000 bambini e animatori da incontrare.

I ragazzi hanno debuttato nel salone del Seminario vescovile di Cremona, che ha accolto “Il mago di Oz: The Show” il 17 ed il 23 di Giugno, replicando poi lo spettacolo all’oratorio di Cristo Re il 21, all’oratorio della Cattedrale il 24 e la sera dello stesso giorno a Castelverde, a Pieve D’olmi il 28 giugno, a Pescarolo il 30, all’oratorio di San Francesco il 1° Luglio mattina e a Mozzanica la sera, ad Antegnate il 2, chiudendo poi con l’ultimo spettacolo del tour a Fornovo Sangiovanni il 3 Luglio.

L’idea di portare l’animazione e le attività espressive nei Grest è da sempre tema caro alla Compagnia dei Piccoli che fa del teatro e della danza i mezzi per crescere, per curare le relazioni e valorizzare i talenti di ciascuno. Mattia Cabrini – regista dello spettacolo – sostiene che “questa esperienza sia una vera e propria scuola in cui si impara replica dopo replica a curare il racconto, le parole, i gesti, i materiali ma soprattutto la relazione con il pubblico. Sera dopo sera si impara ad ascoltare e sentire la gente, si supera la paura e si regala magia e poesia”.

Irene, giovane attrice, racconta: “Il Grest di quest’anno mette a tema le emozioni ed è proprio questo che proviamo quando recitiamo prima e dopo! L’agitazione prima di entrare in scena, gli inchini finali, il condividere tutto questo con degli amici è una sensazione bellissima che ti fa sentire viva!”

La meraviglia nel vedere questi sei ragazzi e ragazze che con i loro accompagnatori portano lo spettacolo in tour, montando e smontando la loro scenografia, è tanta; saperli pieni di adrenalina dietro le quinte anche all’inizio della decima replica e respirare la magia di quello che insieme si è riuscito a creare dimostra che la fiducia riposta in loro non solo è ben spesa, ma speriamo che cresca con il tempo.

© Riproduzione riservata
Commenti