Cronaca
Commenta

Nubifragio: chiuse alcune
aree per rimozione alberi

Da oggi, martedì 12 luglio, sono chiusi al pubblico la pista ciclistica “Alfio Ferrari e Silvio Pedroni” al Parco al Po, il giardino di largo Paolo Sarpi e l’area giochi presso il Parco Maffo Vialli. Lo ha disposto con un’ordinanza il Sindaco Gianluca Galimberti così che si possa procedere ai lavori di messa in sicurezza e alla rimozione degli alberi che sono caduti o sono stati danneggiati a causa dell’evento atmosferico straordinario del 4 luglio scorso. Non appena gli interventi saranno terminati, queste aree verranno riaperte al pubblico. La verifica dell’ottemperanza di quanto disposto dall’ordinanza sindacale è stata demandata al Comando della Polizia Locale i cui agenti sono anch’essi impegnati nelle varie operazioni in atto.

Proseguono così, in base alle priorità indicate dalle autorità preposte, priorità dettate dalla necessità di garantire innanzitutto la sicurezza dei cittadini, gli interventi per la rimozione degli alberi abbattuti o danneggiati a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sulla città e che ha pesantemente danneggiato soprattutto il patrimonio arboreo. Si segnala al riguardo che, oltre al personale dei vari Settori e Servizi dell’Amministrazione, sono al lavoro gli addetti di sei ditte coordinate da AEM S.p.A.

E’ inoltre opportuno ricordare che, per procedere celermente alla messa in sicurezza di tutte le strade e i parchi, il legname viene talvolta lasciato sul posto per essere poi successivamente smaltito. Le numerosissime segnalazioni pervenute sono state suddivise per quartieri in modo da organizzare al meglio il lavoro delle ditte incaricate. Anche gli addetti di Linea Gestioni sono in azione per la pulizia delle strade.

Nei prossimi giorni, grazie all’attività di ricognizione in corso da parte dei competenti uffici comunali e di AEM, sarà possibile fare un primo bilancio degli interventi fatti, di quelli in atto e fornire una stima dei danni.

© Riproduzione riservata
Commenti