Cronaca
Commenta

Gli Industriali incontrano Mauro Del Barba:
sul tavolo anche il caro energia

Il presidente Allegri ha portato alla luce nell'incontro con Mauro Del Barba (Terzo Polo - Azione Italia Viva) le maggiori preoccupazioni del mondo produttivo ed economico, il caro-energia, non dimenticando però alcuni temi centrali come l’importanza di una rappresentanza politica che conosca al meglio il territorio della Provincia di Cremona, il problema legato alle infrastrutture della Provincia.

L’Associazione Industriali della Provincia di Cremona ha risposto positivamente alla richiesta arrivata del Terzo Polo, che riunisce Azione di Carlo Calenda e Italia Viva di Matteo Renzi, per un incontro sul territorio al quale sono poi state invitate tutte le organizzazioni parte del tavolo ASSieme – il tavolo permanente di confronto delle organizzazioni datoriali attive nella provincia di Cremona e costituito con lo scopo di promuovere lo sviluppo del territorio.

L’appuntamento con Mauro Del Barba, candidato di Azione nel collegio proporzionale che comprende anche Cremona, si è quindi tenuto giovedì 8 settembre alle 14.30 presso la sede dell’Associazione Industriali a Cremona. Del Barba è stato accompagnato da Luca Malavasi, candidato alla Camera dei Deputati al collegio plurinominale di Mantova, Cremona, Lodi e Pavia, Emanuele Paolo Bergamini, referente provinciale Italia Nuova, e Giuseppe Foderaro, referente provinciale di Azione, che ha poi introdotto i lavori ricordando l’importanza del confronto tra Imprese, ovvero mondo economico, e Politica.

Per l’Associazione Industriali di Cremona sono presenti il Presidente Stefano Allegri e il Direttore Massimiliano Falanga. Partecipano poi anche Berlino Tazza, Presidente di Sistema Impresa Asvicom Cremona, accompagnato dal segretario d’area cremonese e casalasca Antonio Pisacane, Sonia Cantarelli, Presidente Apindustria Cremona, accompagnata dal Direttore Paola Daina.

Il Presidente degli Industriali, Stefano Allegri, ha portato nuovamente l’attenzione su quello che oggi è la maggiore preoccupazione del mondo produttivo ed economico, il caro-energia, non dimenticando però alcuni temi centrali come l’importanza di una rappresentanza politica che conosca al meglio il territorio della Provincia di Cremona, il problema legato alle infrastrutture della Provincia e la questione del Lavoro.

‘ La nostra Associazione è apartitica ma non apolitica e i temi di politica economica ci stanno particolarmente a cuore. Le materie prime sono diventate una caccia al tesoro, i costi energetici un rebus a caro prezzo. Durante la pandemia avevamo un grande obiettivo: comprare tempo per arrivare ai vaccini. Oggi purtroppo siamo in presenza di una serie di componenti esogene, come l’aumento del prezzo delle materie prime e dei i costi energetici. Quello che ci preme maggiormente è la tempestività per evitare decisioni drastiche, come il ‘lockdown energetico’, che, socialmente parlando, porterebbe a blocchi e cessazioni di attività, delocalizzazioni e casse integrazioni. La questione economica oggi è vitale per il nostro Paese. Tutto quello che sta succedendo ha fatto sì che la Cig straordinaria in Italia sia aumentata del 45% rispetto all’anno precedente. Un dato che ci deve mettere in allarme, far riflettere e non fare trovare impreparati. Se dovessero venire a mancare, effettivamente, quattro miliardi di metri cubi di gas supposti, vorrebbe dire spegnere quasi un quinto delle industrie italiane. Se le imprese non vengono sostenute ci giochiamo il futuro economico del Paese. È anche il momento di rendersi conto che la questione industriale è una questione di Stato. Non è un favore verso le imprese.’

Hanno poi fatto eco alle parole del Presidente Allegri i Presidenti Cantarelli e Tazza. La prima ricordando come anche il tema della Sanità sia cruciale e la riconoscibilità del territorio si evinca anche da questo; Tazza invece ristabilendo la conversazione sul tema della Sostenibilità, dell’Energia e del Caro-Bollette.

Stefano Allegri ha fatto poi un quadro sulle caratteristiche economiche del territorio con riferimento la Masterplan 3C, documento di visione prospettica, concepito per fornire indicazioni e spunti per lo sviluppo della Provincia di Cremona. Dopo aver delineato quindi le peculiarità del territorio il Presidente ha messoluce le forze e le debolezze. Immancabile quindi il cenno al tema delle infrastrutture, questione sulla quale l’Associazione Industriali torna da qualche tempo e alla quale destinare particolare attenzione.

Mauro Del Barba, Senatore di Italia Viva, che ha dimostrato da sempre grande attenzione al tema della sostenibilità, ha cercato di comprendere al meglio le esigenze del territorio di Cremona, passando in rassegna le segnalazioni ricevute, impegnandosi ad approfondire il documento Masterplan 3C e a tornare presto sul territorio, magari in occasione di un appuntamento del tavolo di concertazione ASSieme.

© Riproduzione riservata
Commenti