Cronaca
Commenta

Colleoni, ecco il primo
In due mesi flotta completa

Treno regionale 25921, ore 9.46, binario 16 della stazione di Brescia. Le coordinate sono queste, ma i numeri non spiegano tutto. E c’è anche chi, forse incredulo, fa una foto prima di partire. Inizia – si spera – una nuova era sulla Brescia-Parma, la linea più disastrata della Lombardia, e lo fa con l’avvento, celebrato lunedì mattina del primo treno Colleoni, ibrido diesel-elettrico, transitato da Casalmaggiore attorno alle 11.30. Da martedì le corse saranno sei. Nei prossimi due mesi la flotta dei vecchi diesel sarà sostituita al 70%.

Tre carrozze per 168 posti a sedere, con posti riservati anche alle biciclette e a persone a ridotta mobilità, oltre a prese elettriche e Usb per ogni seduta. Anche l’assessore regionale ai Trasporti Claudia Maria Terzi è salita fino a Montirone, assieme ad alcuni sindaci dei paesi e delle cittadine toccate dalla tratta, accolta dal direttore operativo di Trenord Giorgio Spadi.

Dai pendolari un po’ di speranza in più. A livello istituzionale il nuovo treno è stato salutato a San Giovanni in Croce dal sindaco Pierguido Asinari, presente in stazione, mentre a Casalmaggiore il sindaco Filippo Bongiovanni e il vicesindaco di Piadena Drizzona Luciano Di Cesare hanno espresso soddisfazione, anche perché la sostituzione sarà progressiva nei prossimi due mesi, ma non si fermerà. Va detto, per onore di cronaca, che il primo viaggio è stato caratterizzato da 15 minuti di ritardo perché la linea, causa lavori, è ancora a velocità ridotta: insomma, si può fare molto meglio, ma se non altro adesso i treni sono più al passo coi tempi.

Questi i dati forniti dall’ufficio stampa Trenord: “Da domani, martedì 13 settembre, il nuovo treno effettuerà sulla Brescia-Parma sei corse. Ulteriori convogli saranno progressivamente introdotti sulla linea nelle prossime settimane, fino al totale rinnovo della flotta che sostituirà le storiche Aln 668 in circolazione dagli anni ’70-’80 del secolo scorso.

Entro la fine dell’anno è prevista la consegna a Trenord complessivamente di 14 convogli Colleoni, che saranno destinati anche alle linee non elettrificate del bacino pavese. Con il primo Colleoni, sale a 68 il numero di treni di nuova generazione che circolano sulle linee lombarde, dei 222 acquistati da Regione Lombardia con un investimento di 2 miliardi. Colleoni si aggiunge a 48 Caravaggio e 19 Donizetti già in servizio. Due motori diesel di nuova generazione consentono un’accelerazione del 20% superiore ai precedenti convogli, riducendo i tempi di percorrenza su linee come quelle lombarde, che hanno stazioni numerose e ravvicinate. Colleoni consuma il 30% di carburante in meno rispetto alla flotta attuale e riduce le emissioni di CO2 di 12.400 tonnellate all’anno, pari a quelle prodotte da 8.600 automobili”.

Di seguito le corse che effettuerà il nuovo Colleoni dal 13 settembre
Da Brescia a Parma:
• 25913 (Brescia 5.46-Parma 7.49)
• 25923 (Brescia 10.46-Parma 12.49)
• 25935 (Brescia 16.46-Parma 18.49)
Da Parma a Brescia:
• 25918 (Parma 8.12-Brescia 10.15)
• 25928 (Parma 13.12-Brescia 15.15)
• 25940 (Parma 19.12-Brescia 21.15)

Giovanni Gardani (video Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti