Economia
Commenta

I sei Distretti del Commercio
candidati al bando regionale

I sei Distretti del Commercio del Cremonese hanno concluso nei giorni scorsi la loro candidatura al nuovo bando emesso da Regione Lombardia per il biennio 2023-24 e, con il supporto di Confcommercio, puntano ad ottenere complessivamente 3 milioni di euro di finanziamenti a fondo perduto di cui un milione interamente destinato alle attività commerciali dei propri territori.

Le amministrazioni potranno beneficiare di questi fondi per azioni di rigenerazione, riqualificazione e adeguamento urbano, mentre le imprese, tramite apposito bando, potranno accedere a finanziamenti per avvio di nuove attività o riqualificazione/ammodernamento di quelle già esistenti.

“Abbiamo lavorato sinergicamente con i comuni dei sei Distretti, che voglio ringraziare per l’impegno, la professionalità e per averci conferito il mandato come manager, per introdurre nei loro progetti presentati elementi migliorativi ed innovativi legati al commercio” commenta Andrea Badioni, Presidente di Confcommercio Provincia di Cremona. “Non possiamo al momento svelare la nostra progettualità ma siamo fiduciosi che Regione Lombardia possa valutare positivamente le nostre idee e proposte. E’ importante sottolineare che i Distretti diffusi del commercio non rappresentano esclusivamente un’opportunità per il mondo del terziario, ma per tutti i cittadini dei comuni aderenti che potranno beneficiare del miglioramento dell’attrattività dei territori grazie ad interventi in materia di riqualificazione urbana, mobilità e animazione dei luoghi di vita e di lavoro”.

“I Distretti diffusi del commercio sono ancora più importanti dopo due anni di pandemia, perché restituiscono ai comuni della nostra provincia una visione diversa, meno globale e più locale, meno distante e più a misura d’uomo. Per questi motivi siamo particolarmente soddisfatti di questo strumento di politica commerciale e sociale, agile e sburocratizzato, aperto alla creatività dei territori ed in grado di coniugare programmazione e innovazione” aggiunge Stefano Anceschi, direttore generale di Confcommercio.

I COMUNI ADERENTI AI 6 DISTRETTI DIFFUSI DEL COMMERCIO:
1- Distretto Tra Ville e Cascine con Casalbuttano ed Uniti capofila: Bordolano, Castelverde, Corte de Cortesi, Persico Dosimo, Pozzaglio ed Uniti, Robecco d’Oglio, Corte de Frati, Grontardo e Olmeneta;
2- Distretto Oglio e Postumia con Piadena Drizzona capofila: Tornata, Isola Dovarese, Torre de Picenardi, Pessina Cremonese e Calvatone;
3- Distretto Le Vie dell’Adda con Pizzighettone capofila: Gombito, Grumello Cremonese, Crotta D’Adda, San Bassano, Formigara;
4- Distretto del Commercio Didù con Soresina capofila: Annicco, Castelleone, Genivolta, Soncino, Trigolo;
5- Distretto Tra Cascine e Pievi con Sospiro capofila: Bonemerse, Cella Dati, Cicognolo, Malagnino, Pieve d’Olmi, Stagno Lombardo, Vescovato e Pescarolo;
6- Distretto Terre Casalasche con Casalmaggiore capofila:, Motta Baluffi, Rivarolo Del Re, San Daniele Po, Scandolara Ravara, Spineda, Martignana Di Po, San Martino Del Lago, San Giovanni In Croce, Cingia De Botti, Gussola, Casteldidone, Torricella Del Pizzo, Solarolo Rainerio, Voltido.

© Riproduzione riservata
Commenti