Cronaca
Commenta

Autobus sovraffollati e studenti
lasciati a piedi: le proteste

Autobus sovraffollati come carri bestiame, con ragazzi che rimangono a piedi, costretti magari a prendere la corsa successiva, aspettando un’ora in stazione dei pullman o alle varie fermate. O peggio, con genitori che devono correre a recuperarli perché altrimenti non sanno come tornare a casa.

A cinque giorni dall’inizio della scuola, molte sono le segnalazioni da parte dei genitori, che lamentano un servizio insufficiente. Ne abbiamo parlato con gli stessi studenti, mentre si accalcavano sotto la banchina della stazione, sperando di riuscire a salire su un mezzo.

Numerose le problematiche rilevate, tra cui la paura di cadere da parte di chi, non essendoci più posti a sedere, è costretto a viaggiare in piedi. Ma anche la carenza di controllori e la sporcizia dei mezzi, colpa anche dell’incuria degli stessi passeggeri.

Il problema, segnalano alcuni ragazzi, non riguarda solo gli autubus extraurbani, ma anche alcuni bus urbani, che in certi orari, quelli dell’uscita da scuola, sono totalmente gremiti.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti