Cronaca
Commenta

Giro di vite su mobilità: più bus
elettrici, ciclabili e parcheggi corona

Giro di vite sul tema della mobilità a Cremona, grazie a due delibere approvate in giunta, che verranno illustrate venerdì 30 settembre, nella seduta della Commissione consiliare Ambiente. Documenti che accompagnano la città verso una mobilità più sostenibile.

Nella prima delibera sono individuate le azioni di mobilità che verranno realizzate nell’ultima parte del 2022 e nel 2023, azioni di mobilità sostenibile che concretizzano alcune di quelle previste nel Pums (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile).

Una delle novità è l’introduzione, da dicembre 2022, di navette, in accordo e in collaborazione con il gestore Arriva e l’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale, che collegheranno parcheggi gratuiti di prima corona al centro storico e alla stazione con agevolazioni per il trasporto per studenti universitari.

E’ previsto il rafforzamento del trasporto pubblico locale attraverso investimenti sulla flotta elettrica con l’arrivo dei primi 6 nuovi mezzi elettrici entro dicembre 2022 e altri 5 entro maggio 2023. A questo si affianca una politica della sosta volta a promuovere i parcheggi in struttura con investimenti da parte di Aem S.p.A.: azione questa volta a diminuire il numero di auto presenti in strada, che non prevede aumenti degli stalli blu ma, al contrario, una valorizzazione ed un investimento sulla sosta gratuita a ridosso del centro, con la realizzazione del parcheggio della stazione per 500 posti auto che vanno ad aggiungersi ai 450 del parcheggio accanto al piazzale degli autobus e agli ulteriori 100 nel parcheggio a raso nelle immediate vicinanze della nuova struttura.

Sono inoltre previsti investimenti su dorsali strategiche per potere muoversi con la bicicletta in tutta la città, grazie alla realizzazione della ciclabile che collegherà il quartiere Boschetto e alle “ricuciture” tra le ciclabili già presenti.

La seconda delibera contiene il necessario rafforzamento di Aem come gestore di una parte rilevante dei parcheggi cittadini. Il contratto di servizio di gestione della sosta di Aem, in scadenza nel 2025, verrà infatti esteso a 30 anni.

Questa scelta rende più solida la partecipata del Comune e suggella anche gli sforzi di investimento che Aem sta facendo da tempo proprio sui parcheggi cittadini. Nel contratto rinnovato vengono anche definite strategie migliori di vigilanza sui parcheggi per garantire una lotta all’evasione anche in questo ambito, secondo un criterio di giustizia e con l’obiettivo di un maggior ordine nelle varie zone della città.

“Gli interventi sulla mobilità rappresentano un impegno forte di sviluppo della città, nell’ambito di un’attenzione costante alla vivibilità di Cremona. Rendere sempre più vivibile e fruibile la città significa lavorare a favore dei cittadini e di tutte le persone che frequentano Cremona. Significa anche mantenere altissima la cura per l’ambiente e contro l’inquinamento, poiché le politiche per una mobilità sostenibile, che da tempo l’Amministrazione persegue, sono una delle risposte essenziali. Inoltre, le scelte proposte vanno nella direzione di concretizzare la prospettiva di gestore unico della sosta in città, impegno che è ancora in fase di realizzazione, ma che certamente trae beneficio dal rafforzamento della nostra partecipata”, è la dichiarazione della Giunta.

© Riproduzione riservata
Commenti